L'artigianato genovese si fa bello al salone di Milano con i giovani di Cicno - Genova 24
Fuori salone

L’artigianato genovese si fa bello al salone di Milano con i giovani di Cicno

Dal 9 al 14 aprile l'artigianato ligure firmato dalla startup Cicno sarà in vetrina a Milano, nella cornice internazionale di Più Gusto al Design

Generica

Genova. Si chiama Cicno e porterà l’eccellenza artigiana ligure nella prestigiosa
vetrina internazionale di “Più Gusto al Design”, iniziativa che promuove i
giovani talenti del design, nell’ambito del Fuori Salone di Milano. La
startup, che prende il nome proprio dal simbolo che rappresentava il
popolo ligure nella storia antica (il cigno, appunto), nasce da un’idea di
due giovani designer, Luca Parodi (28 anni, di Crevari) e Marco Repetto
(28 anni, di Novi Ligure). Laureati all’Università di Genova (dipartimento
di Architettura e Design), il progetto Cicno, nato nel 2017, è stato
proprio l’oggetto della loro tesi di laurea magistrale e oggi sta per
diventare una vera e propria società.

«Grazie alla collaborazione e al supporto di Confartigianato Liguria,
abbiamo creato un network di microimprese artigiane liguri – spiega Parodi
– con l’obiettivo di valorizzarle, sfruttando al meglio il loro saper fare
e rendendolo più appetibile per il mercato odierno, creando oggetti unici,
dallo stile fresco, moderno e di design».

Dall’ardesia della val Fontanabuona ai damaschi di Lorsica, fino alle
ceramiche di Albisola e al vetro di Altare: sono molteplici i materiali di
cui si servono i due giovani designer per creare oggetti dal gusto
contemporaneo e accattivante, facendo leva sul know how degli artigiani
liguri: «Dagli scarti dell’ardesia abbiamo creato dei sottopiatti, abbiamo
realizzato runner per la tavola e particolari cuscini damascati.
Innovative linee di bicchieri in vetro e molto altro ancora – descrive
Parodi – Il potenziale ligure è davvero molto alto e gli artigiani con cui
collaboriamo hanno tanto da raccontare: custodiscono una tradizione lunga,
una lavorazione sapiente e i materiali che utilizzano sono di altissima
qualità. Se tutto ciò, dal punto di vista stilistico, viene riletto in
chiave contemporanea, diventa più appetibile per il mercato del 2019,
acquisisce più valore e maggiore visibilità anche all’estero».

Non a caso, Cicno è stata selezionata per partecipare a una vetrina
internazionale d’elite come “Più Gusto al Design”, dal 9 al 14 aprile a
Milano nell’ambito del Fuori Salone 2019, a cui parteciperanno anche molti
designer già affermati. Protagonista dell’evento, il connubio tra il mondo
del design e quello del food & beverage, tema che permette di creare una
connessione unica tra le location delle esposizioni e i prodotti e le
opere presentate: l’oggetto creato, il contesto in cui è inserito e le
persone coinvolte concorreranno a una reciproca valorizzazione.

«Affiancare e accompagnare le startup dei nostri giovani – commenta Luca
Costi, segretario regionale di Confartigianato Liguria – è uno degli
obiettivi che la nostra associazione si è posta ed è stato quindi un
piacere aiutarli nella loro idea imprenditoriale innovativa. Per giunta,
questi giovani designer concorrono anche a rilanciare le nostre
lavorazioni artistiche di eccellenza, sulle quali abbiamo investito
insieme alla Regione Liguria con la creazione del marchio Artigiani In
Liguria».

Cicno, che per ora vuole mantenere il proprio raggio d’azione in Liguria,
ha già ottenuto diversi riconoscimenti. Tra i più prestigiosi, il premio
Idea di impresa nell’ambito di Smartcup Liguria 2018, grazie al quale
hanno ora la possibilità di essere incubati nell’azienda londinese I2I, a
partire da maggio, e di entrare in contatto con finanziatori
internazionali. Sempre nel 2018, Cicno ha ricevuto una menzione speciale
al Premio nazionale delle arti, a Firenze, nell’ambito del concorso del
Miur “Design per il Territorio”.

Più informazioni