Il Torino supera (2-1) la Sampdoria - Genova 24
Blucerchiati ko

Il Torino supera (2-1) la Sampdoriarisultati

Lo scatenato Belotti mette a segno la doppietta vincente; la Samp si sveglia tardi, accorciando le distanze con Gabbiadini

Sampdoria vs Milan Coppa Italia

Torino. Posta in palio molto alta, quella che mette di fronte, Torino e Sampdoria. Entrambe vogliono vincere per tenere vivo il sogno europeo, ragion per cui, la gara dell’Olimpico di Torino assume le sembianze di un autentico spareggio.

Il Toro si presenta a questo appuntamento reduce dall’aver raccolto un solo punto in due gare, mentre i blucerchiati, nell’ultimo turno, hanno superato il Milan e in quello precedente il Sassuolo.

I granata di Walter Mazzarri sono una squadra fisica, che subisce poche reti (27, quinta migliore difesa del torneo, ex equo con il Milan), mentre la Sampdoria ne ha subito 38.

Ramirez e compagni hanno invece segnato (5o reti) dodici in più dei piemontesi, fermi a quota 38.

Torino-Sampdoria è la sfida tra due attaccanti di razza: Quagliarella, capocannoniere del campionato con 21 goal all’attivo e che  ha ritrovato, a distanza di anni, la Nazionale, dalla quale, nelle ultime due gare, valevoli la qualificazione ad Euro 2020, è stato escluso Belotti, autore di dieci reti.

I due tecnici mandano in campo, agli ordini del sig. Maresca di Napoli, le seguenti formazioni:

Torino: Sirigu; Izzo, Nkoulou, Moretti ; De Silvestri, Meitè, Rincon, Baselli, Ansaldi; Berenguer; Belotti

A disposizione: Ichazo, Rosati, Djidji, Bremer, Damascan, Parigini, Lukic, Zaza

Sampdoria: Audero, Bereszynski, Andersen, Colley, Murru; Praet, Vieira, Linetty; Ramirez; Gabbiadini, Quagliarella

A disposizione: Rafael, Belec, Sala, Tonelli, Ferrari, Tavares, Jankto, Saponara, Defrel, Sau

Piove a dirotto all’Olimpico “Grande Torino”… i granata partono forte cercando l’uno contro uno in ogni zona del campo, mentre i blucerchiati, molto compatti, si affidano al possesso palla. Le squadre  sono molto corte, diventa difficile trovare la profondità del gioco.

Al 12° Baselli e De Silvestri, sul cross di Ansaldi, si ostacolano con Murru, la  traiettoria della palla, deviata da Audero, sbatte sul palo, i granata reclamano il rigore… Maresca si reca al Var e decreta il fallo ai danni del difensore sampdoriano.

Il Toro pressa a tutto campo con l’obiettivo di togliere alla Samp la possibilità di costruire il gioco; Giampaolo stimola i suoi giocatori a non snaturare il gioco, evitando il lancio a scavalcare il centrocampo..

Al 23°  Mazzarri manda a scaldare Lukic, in quanto Rincon ha problemi al ginocchio sinistro.

Al  27° passaggio in verticale di Ramirez per Linetty, che non impensierisce Sirigu.

Al 28° quarto corner a favore del Torino.

Al 30° Colley viene soccorso dal dottor Amedeo Baldari, per una gomitata al volto di Belotti.

Al 33° Belotti, con la Samp provvisoriamente in dieci, porta in vantaggio il Toro, grazie ad un preciso colpo di testa, sfruttando il cross di De Silvestri.

La Samp, quattro vittorie nelle ultime cinque partite, non riesce ad esprimersi ai consueti livelli.

Al 37°  Quagliarella, su calcio d’angolo di Ramirez, non arriva a sfruttare l’invitante cross.

Al 39° esce Colley, per la botta ricevuta, sostituito da Tonelli.

Al 41° Belotti e Andersen sgomitano sul cross di Baselli, il granata finisce a terra… Maresca va di nuovo al Var, fischiando la punizione a favore della Samp.

Al 46° sul cross di Ansaldi, il rinvio di Andersen finisce sui piedi di Belotti, che trafigge Audero (2-0).

Belotti non segnava da inizio marzo (doppietta al Frosinone)

Si va al riposo con il doppio vantaggio a favore degli uomini Mazzarri… alla Sampdoria serve un  deciso  cambio di passo se vuole rientrare in partita.

Le due compagini rientrano sul terreno di gioco.

Il Torino riprende a giocare con la stessa intensità del primo tempo, la Samp anche…

Al  47° Belotti cerca l’angolo più lontano della porta difesa da Audero… fuori di poco, mentre Giampaolo manda a scaldare ben tre giocatori.

Al 52° Belotti scalda le mani ad Audero.

Al 54° tiro dai trentacinque metri di Gabbiadini, che non impensierisce Sirigu.

Al 56° cartellino giallo per Bereszynski per fallo sull’incontenibile Ansaldi. Il polacco diffidato, salterà la gara con la Roma.

Al 57° fiondata di Ramirez, deviata in corner da Sirigu.

Al 59° esce Ramirez, sostituito da Defrel.

Al  60° ammonito De Silvestri.

Al  68° entra Parigini al posto dell’acciacato De Silvestri.

Al  69° sinistro di Defrel a fil di palo.

Al  73° fuori Linetty, sostituito da Jankto.

Al  75° giallo per Murru per fallo su Parigini.

All’80° tiro di Parigini, deviato da Audero.

All’81° Djidji subentra a Moretti.

All’ 82° Manolo Gabbiadini, dai venticinque metri, supera Sirigu (2-1).

All’ 85° ammonito Rincon per una brutta entrata su Praet.

All’ 87°  terzo ed ultimo cambio di Mazzarri: Lukic per Berenguer.

All’ 89° Lukic atterra Tonelli e viene ammonito da Maresca.

Al 90° cartellino giallo per Gabbiadini.

Maresca, dopo cinque minuti di recupero, decreta la fine dell’incontro: il Torino va a 48 punti, tre in più della Sampdoria.