Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Il periodo “no cantieri” sulle autostrade della Liguria si apre con una coda in A10 per lavori in corso

Sperando sia la classica eccezione, da oggi è attivo l'accordo tra Regione e concessionari per ridurre i disagi durante il periodo festivo

Più informazioni su

Genova. Si apre alle 7 con una coda tra Varazze e Celle Ligure sulla A10, in direzione ponente, (per lavori in corso al chilometro 32) il periodo in cui sulle autostrade della Liguria dovrebbero essere sospesi tutti i cantieri. Speriamo sia un’eccezione.

Si avvicina il periodo di ponti pasquali e la Liguria si prepara a ospitare i turisti da altre regioni e altri paesi e a gestire gli spostamenti dei turisti “interni”. Una decina di giorni fa in prefettura a Genova è stato firmato un accordo tra Regione e concessionari e che prevede che da oggi, 18 aprile, e almeno fino a Pasquetta, i cantieri lungo le autostrade A7, A10, A6, A27, A12 e A15 siano sospesi.

La situazione cantieri, nell’ultimo periodo, è divenuta a detta di molti insostenibili. Sulla A10 tra Sestri Levante e Genova, per fare solo un esempio, è una continua gimcana e riduzione a una sola corsia per senso di marcia. Tanto che qualcuno, per esempio il viceministro ai Trasporti Edoardo Rixi, ha iniziato a ipotizzare una riduzione delle tariffe.

Alla fine è stata scelta, per ora, la linea morbida. Al patto “no cantieri” partecipano anche vigili del fuoco, delle forze dell’ordine e della protezione civile. “Una scelta – spiegano Regione Liguria- che va nella direzione di facilitare gli spostamenti in vista dell’inizio della stagione più significativa dal punto di vista turistico, presa anche per garantire agli operatori portuali le migliori condizioni possibili e una circolazione efficiente”.

Sono inoltre allo studio limitazioni per i fine settimana cosiddetti da bollino rosso per il traffico. Il tavolo sulla viabilità rimarrà aperto e già nelle prossime settimane si svolgerà un nuovo incontro per fare il punto della situazione.