Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Il Bogliasco impegna la Sport Management, ma l’impresa non riesce risultati

I biancazzurri hanno dimostrato di non essersi ancora arresi

Bogliasco. Sfiora la grande impresa il Bogliasco, che alla Vassallo fa soffrire tremendamente la corazzata Sport Management. Contro la terza forza del campionato i ragazzi allenati da Daniele Magalotti lottano come tigri cedendo 13-9 ma mantenendo la gara in bilico fino a meno di 100 secondi dalla sirena lunga.

Il merito principale dei bogliaschini è quello di non arrendersi ad una classifica disperata ma neppure ad un avversario che dopo 8 minuti è già avanti 4-1, trascinato da un grande capitan Luongo, micidiale soprattutto nelle ripartenze.

La seconda frazione racconta però tutta un’altra storia. Il Bogliasco si rimbocca le maniche e un passo alla volta trova il primo pareggio dell’incontro timbrando il 4-4 con Monari, Mario Guidi e Puccio prima che Mirarchi riporti in vantaggio gli ospiti.

Dopo il cambio vasca ancora Puccio, in superiorità, e Lanzoni, su rigore, riacciuffano per due volte i veronesi che però effettuano un minibreak a cavallo della terza sirena. Fracas, servito dall’ottimo Guidaldi, e Lanzoni, ad uomo in più, dimezzano per due volte il passivo ma Mirarchi a metà tempo ripristina il più 2.

La squadra di casa continua a combattere, facendo innervosire un avversario stanco dalle fatiche europee, e soltanto a 1’38” dalla fine capitola in maniera definitiva sotto l’ennesimo gol di Luongo e il primo centro di Alesiani. Nel finale, comunque incandescente, Ale Di Somma si toglie se non altro la soddisfazione di vincere il duello personale con il fratello-rivale Edo, espulso per proteste nel terzo tempo, timbrando la sua doppietta personale.

Da segnalare, tra i liguri, il debutto casalingo in prima squadra per il giovane classe 2003 Enrico Sciallero, il cui esordio assoluto in Serie A1 avvenne proprio nella gara d’andata.

“È stata una bella partita maschia – commenta a fine match coach Magalotti -. Stasera ho visto una squadra vogliosa di fare bene che ha dimostrato di non considerare affatto finito il proprio campionato. Quest’ultimo era il dato più importante che mi aspettavo da questa gara. Peccato per non aver raccolto punti nonostante un’ottima prestazione ma riuscirci oggi era francamente un’impresa molto difficile. Ora cerchiamo di portarci dietro questa stessa voglia anche contro il Posillipo tra dieci giorni“.

Il tabellino:
Bogliasco Bene – Sport Management 9-13
(Parziali: 1-4, 3-1, 2-2, 3-6)
Bogliasco Bene: E. Prian, G. Guidi, A. Di Somma 2, A. Fracas 1, E. Sciallero, R. Ravina, F. Gambacorta, M. Monari 1, G. Guidaldi, M. Guidi 1, D. Puccio 2, G. Lanzoni 2, F. Di Donna. All. D. Magalotti
Sport Management: D. Lazovic, V. Dolce, L. Damonte, J. Alesiani 1, A. Fondelli 2, E. Di Somma, R. Drasovic, L. Bruni 1, C. Mirarchi 3, S. Luongo 6, G. Casasola, G. Valentino, G. Nicosia. All. Baldineti
Arbitri: R. Carmignani (Messina) e V. Frauenfelder (Salerno).
Note. Usciti per limite di falli Drasovic e M. Guidi nel quarto tempo. Espulsi per proteste E. Di Somma nel terzo tempo, Bruni, G. Guidi nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Bogliasco 3 su 8 più 1 rigore segnato, Sport Management 2 su 8.