Successione

Iit, lunedì la scelta del nuovo direttore scientifico. Tre candidature per il dopo Cingolani

A giocarsi 'il posto' Giorgio Metta, Andrea Ferrari e Darwin Caldwell

Genova. Il consiglio della fondazione dell’Istituto Italiano di Tecnologia si riunirà lunedì 8 aprile per decidere il nuovo direttore scientifico.

Tra le candidature selezionate dal comitato scientifico per la successione di Roberto Cingolani ci dovrebbero essere, secondo indiscrezioni, l’attuale vice direttore scientifico Giorgio Metta; il fisico Andrea Ferrari, uno dei massimi esperti mondiali di grafene, professore di nanotecnologie a Cambridge; e l’esperto di robotica Darwin Caldwell, coordinatore del gruppo di Advanced Robotics dell’Iit.

Il favorito sembrerebbe essere Metta, 49 anni, ingegnere e ‘papà’ dell’umanoide iCub, ma la ‘partita’ risulta aperta. Il fisico Cingolani, 57 anni, è arrivato alla direzione dell’istituto nel dicembre del 2005 quando l’Iit ha iniziato l’attività scientifica vera e propria. La fondazione di diritto privato istituita dallo Stato è nata per legge nel settembre del 2003, ma nel 2004 è stata impegnata nella fase statutaria senza vera e propria attività scientifica.

Più informazioni
leggi anche
  • Cambio della guardia
    Giorgio Metta, il papà di Icub è il primo direttore scientifico dell’Iit dopo l’era Cingolani