Servizio pubblico

Fondo nazionale trasporti, regioni compatte nel no al taglio deciso dal governo

Ieri l'allarme della Cgil

Genova. Linea compatta assunta dalla commissione trasporti della Conferenza delle Regioni nel dire no ai paventati tagli del governo al Fondo Nazionale dei Trasporti. E’ stata espressa dall’assessore ai Trasporti di Regione Liguria Gianni Berrino presente quest’oggi alla riunione. “Se il Governo dovesse procedere, come sembra, ad un taglio di 300 milioni di euro a livello nazionale – dice l’assessore ligure – si avrebbe un impatto devastante sui trasporti con una riduzione dei servizi non più sostenibile”.

Gli assessori ai trasporti delle Regioni Italiane sono intervenuti oggi in modo compatto per esprimere le loro criticità ai Ministro delle Infrastrutture per gli effetti dirompenti che tali tagli avrebbero e per la tenuta del sistema dei trasporti.

La commissione trasporti si è fatta portavoce dell’appello lanciato al Governo per evitare la drastica diminuzione del servizio e anche dei livelli occupazionali, chiedendo al Ministro di individuare capitoli alternativi di spesa su cui accantonare la somma di 300 milioni di euro, senza aspettare luglio, stabilizzare le risorse del fondo nazionale dei trasporti che, a decorrere dal 2018, sono pari a 4,9 milioni di euro e prevedere meccanismi di adeguamento periodico.

Più informazioni
leggi anche
  • Allarme
    Trasporto pubblico regionale, Cgil: “No al taglio di 12 milioni”