Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Falò di San Giorgio a Portofino martedì 23 aprile

La Penolla che troneggia sul falò, issata ormai da giorni in piazza Martiri dell'Olivetta dallo stesso sindaco Viacava come ogni anno, dovrà cadere verso il mare

Portofino. Quest’anno avrà un valore ancora più importante. Martedì 23 aprile, alle 21, verrà acceso il falò di San Giorgio – come da tradizione – grazie alle fiaccole portate dai bambini di Portofino. La cerimonia religiosa avrà però inizio alle ore 18 quando, nella navata della chiesa di Divo Martino, don Gianluca Trovato – rettore di Montallegro – celebrerà la santa messa.

«Si tratta di una festa dal valore davvero importante – sottolinea il sindaco di Portofino Matteo Viacava – durante la mareggiata, San Giorgio, ci ha guardato e protetto. Ci è stato vicino quando abbiamo avuto bisogno e ci ha accompagnato nel difficile percorso in cui Portofino era isolata. Adesso tutto il Borgo desidera onorarlo e ringraziarlo. È la festa del nostro patrono ma è anche un momento di raccoglimento e di ricordo ripensando a chi non c’è più, l’evento religioso è davvero molto sentito».

La Penolla che troneggia sul falò, issata ormai da giorni in piazza Martiri dell’Olivetta dallo stesso sindaco Viacava come ogni anno, dovrà cadere verso il mare. “Buon auspicio – dice il sindaco – per tutti noi significa che la stagione sarà bella e felice”.