Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Bogliasco travolgente, ma Caperanese e Sampierdarenese restano in scia risultati

Continua il sogno del San Cipriano, mentre esce virtualmente dalla lotta playoff la Ruentes

Può succedere ancora di tutto in Prima categoria Girone C, dove il Bogliasco mantiene la prima posizione con una goleada al Nuova Oregina. I biancorossi la chiudono in mezzora con tre reti che consentono poi all’undici di Poggi di poter controllare fino alla fine. Vantaggio che giunge al 18° con un inserimento di Gianluca Poggi che fa 1-0. Passano cinque minuti e Rattini è puntuale al cross dalla fascia per il raddoppio. Alla mezzora arriva anche il terzo gol frutto di un’altra discesa sulla fascia, stavolta di Boschini che pesca Cimieri che mette in ghiaccio la gara. Nella ripresa Maggiora e Cimieri completano la cinquina.

Capolista che non riesce comunque a togliersi di dosso la coppia di inseguitori con la Caperanese che dopo un primo tempo di poco spettacolo col Borgo Incrociati, la decide nel secondo tempo. Al 46° Picasso scatta in profondità e supera Olguin. Al 65° raddoppio di Levaggi che chiude la gara. Borgo che comunque può ancora puntare sull’allungo decisivo sul Nuova Oregina fermo a -4. Vince anche la Sampierdarenese che supera con identico risultato una Calvarese che viaggia comunque verso una buona salvezza. Rete del vantaggio che giunge al 20° con un tiro teso di Taravella che sbatte sul palo ed entra alle spalle di Bianchi. Nel secondo tempo il raddoppio di Sciutto è fortunato visto che va a vincere un rimpallo e batte il portiere per il definitivo 2-0.

Prosegue il sogno del San Cipriano che espugna il campo dello Sciarborasca grazie al gol di Bottino al 55° che decide la partita e mantiene il quarto posto, con un punto di vantaggio sul Via dell’Acciaio che supera la Vecchiaudace Campomorone in una partita molto combattuta che costa la panchina a mister Verardo, il quale alla fine ha annunciato di voler lasciare la panchina dei campomoronesi. Rete in apertura di Chiarabini per i sestresi che con un missile da oltre 25 metri supera Lucchetti. Ancora Chiarabini replica al 20° con un bel tiro a giro che beffa ancora il portiere ospite, piede caldo per il numero 7 blugranata. Ad inizio ripresa Pestarino accorcia le distanze intervenendo sul secondo palo su corner, rete che riapre la partita, ma il Via dell’Acciaio è sicuramente supportato da motivazioni maggiori e tiene duro portando a casa la posta intera.

Potrebbe essere compromessa definitivamente invece la corsa della Ruentes che resta al palo in questo turno vista la sconfitta netta contro il Vecchio Castagna. La lotta salvezza si anima quindi con i gialloblù che piazzano una zampata importante alla classifica. Gialloblù che passano già al 3° con un gol di Pestarino che viene imbeccato in verticale e batte Bacigalupo. I rapallesi riescono a rientrare in gioco al 18° con un calcio di rigore di Grilli, ma la parità dura appena un paio di minuti finché Musante gira al volo e batte Bacigalupo. Partita che poi prende definitivamente la direzione di Quarto al 45° quando Criscuolo atterra un avversario in area e viene espulso. Dal dischetto va Pestarino che non sbaglia chiude virtualmente la gara.

Lotta salvezza che vede impegnato anche il Prato che pareggia in casa con la Campese e non riesce a mutare molto la propria classifica. Rossoneri in vantaggio al 10° con un rigore di Dellagiovanna, ma al 36° Marchelli irrompe di testa e batte Cellerino su calcio d’angolo. 

Si giocavano solo l’onore San Bernardino e Pieve Ligure che affrontano a mente ormai sgombra, sebbene per motivi diversi, questo finale di stagione. Neroverdi che non possono dirsi matematicamente fuori pericolo, ma che possono comunque avviarsi ad un finale di stagione relativamente tranquillo. Con il Pieve arriva l’ottava vittoria stagionale che inizia dal gol di rossi al 12° che illude i padroni di casa di poter affrontare la gara senza patemi. Invece i pievesi pareggiano con Zinnari al 36° costringendo alla contro-reazione i neroverdi che chiudono il primo tempo comunque avanti grazie alla rete di Scalzi. Nel secondo tempo poi il San Bernardino scappa via e chiude i conti con Barbé in apertura e con Bertulla che al 67° firma il 4-1. Nel finale c’è gloria per bomber Ruocco entrato da poco