Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Bogliasco all’inglese sul Pieve, Sampierdarenese in scia. Sogna il San Cipriano risultati

A tre turni dalla fine i biancorossi non riescono a “scrollarsi” di dosso i lupi, mentre i chiavaresi vengono sconfitti dai biancoazzurri

La voglia di vincere il campionato o l’istinto di sopravvivenza. Quale di questi due fattori sarà determinante nell’ultima giornata di campionato fra Bogliasco e Borgo Incrociati? Lo scopriremo fra sette giorni quando le due squadre si affronteranno ai Tre Campanili per i rispettivi obbiettivi. I biancorossi infatti pur vincendo senza grossi problemi con il già retrocesso Pieve grazie ai gol di Milici al 22° e a Belfiore che al 50° sfrutta uno svarione difensivo degli avversari trovando il definitivo 0-2, devono guardarsi dalla Sampierdarenese che non molla.

La Sampierdarenese infatti supera lo Sciarborasca per 2-1 e resta a 3 punti di distanza, ma in caso di arrivo appaiati, sarebbero i Lupi a salire direttamente grazie alla migliore differenza reti negli scontri diretti. Biancorossoneri che la sbloccano già al 5° con Mboge. La gara vive poi un lungo periodo di equilibrio che cambia solo al 74° quando un calcio di rigore consente a Morani di mettere al sicuro il parziale. È un gol prezioso questo perché a 5’ dalla fine anche i gialloblù usufruiscono di un penalty che Ferretti trasforma, ma non c’è più tempo e la Sampierdarenese vince e si giocherà le proprie chance di promozione diretta in casa del Via dell’Acciaio fra una settimana.

Si profila una partita dura per i Lupi visto che il Via dell’Acciaio dista 6 punti proprio dalla Sampierdarenese e in caso di sconfitta i blugranata sarebbero virtualmente fuori dai playoff. Passeggiata di salute oggi contro la Nuova Oregina che rischia di non disputare neanche i playout se non troverà il modo di invertire la rotta nelle ultime tre gare. Via dell’Acciaio che trova subito il gol con Colella che beneficia di un rigore al 3°. Il numero 9 ospite raddoppia al 47° con un tap in su pregevole azione di De Gaetano. Al 53° sipario virtuale sulla partita per il gol di Bosio. Due minuti dopo Colella si toglie la soddisfazione di firmare il terzo gol personale. Ospiti che poi sigleranno anche il quinto gol con Gesi al 65° per poi gestire senza problemi.

Incontro di cartello quello fra San Cipriano e Caperanese, con i biancoazzurri che vincono e accorciano proprio sui chiavaresi ora distanti solo due punti. Padroni di casa che iniziano all’attacco e la sbloccano all’8° con Lipani che sfrutta un’indecisione della difesa verdeblù e insacca una palla vagante.

Dopo una fase favorevole ai genovesi, la Caperanese esce dal guscio, ma non riesce a scalfire le resistenze difensive dei padroni di casa finché al 40°, Assalino realizza una perla alla Recoba segnando direttamente su corner. Palla che gira all’ultimo e beffa un Alesso non impeccabile nell’occasione. Nel secondo tempo il San Cipriano riparte forte e coglie nuovamente impreparata la retroguardia levantina. Al 64° Lipardi riceve una palla a mezza altezza e calcia al volo piazzando la palla sul palo lontano dove nulla può Gaccioli.

Ancora una volta è un tiro da fermo che tiene a galla la Caperanese. Al 70° Traversaro viene steso in area e sul rigore successivo Picasso pareggia. Chiavaresi che spingono, ma sono disordinati e il San Cipriano torna a prendere il controllo del gioco. All’80° una trattenuta in area costa il rigore alla Caperanese. Dal dischetto Mattiucci la mette alle spalle di Mattiucci e fa 3-2. Da qui il risultato sembra non dover cambiare più, ma in una gara ricca di emozioni c’è tempo per il terzo penalty, ancora per la Caperanese. Al minuto 89 Traversaro va dagli undici metri e calcia incredibilmente fuori. Vince il San Cipriano che trova nuova linfa per la corsa ai vertici.

Cade il Vecchio Castagna che non può ancora dormire sonni tranquilli in chiave salvezza perché la Calvarese lascia i gialloblù a quota 28 punti (10 in più della Nuova Oregina). I biancorossi vanno in vantaggio al 32° con Bertucci che firma l’1-0 risultato con cui vanno al riposo le squadre. Padroni di casa che trovano il secondo gol al 60° con Muzio. Al 75° prova a riaprirla Longoni, ma i biancorossi tengono bene in difesa e ottengono tre punti.

La Campese batte il Borgo Incrociati e allunga sulla zona playout che rimane ormai lontana sei punti. I valligiani si godono le reti di Tall al 15° e raddoppiano al 35° in contropiede con Fonseca. Inutili gli sforzi dei padroni di casa di pervenire al pareggio nella ripresa. Per il Borgo Incrociati la strada per la salvezza è ancora lunga. La fame di punti salvezza vale di più per il San Bernardino che batte la Vecchiaudace Campomorone e aggancia i valligiani a quota 35 punti in classifica in acque tranquille. A decidere la gara il gol di Gatto al 70. Termina 0-0 lo scontro fra Ruentes e Prato.