Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Azienda friulana lavorerà alle fondamenta del nuovo viadotto Polcevera, appalto da 3,4 mln sul lato est

Icop sarà a Genova con circa 50 addetti, avvio del contratto il 16 aprile

Genova. Icop, azienda di Basiliano (Udine), specializzata in costruzioni edili e stradali, parteciperà alla ricostruzione del nuovo viadotto di Genova per la cordata pubblico-privata formata da Salini Impregilo, Fincantieri e Italferr. Lo rende noto il vicepresidente e consigliere delegato della società friulana, Piero Petrucco: “Abbiamo vinto l’appalto per il lotto di Levante, per un importo complessivo di circa 3,4 milioni per un totale di 5.120 metri lineari di pali trivellati”.

I lavori, si legge in una nota, “inizieranno il 16 aprile e le opere fondazionali dovranno essere completate entro la metà di settembre”. “Nell’esecuzione delle opere – prosegue Petrucco – saranno
coinvolte circa 50 persone tra tecnici, maestranze specializzate e qualificate, impegnate 6 giorni su 7 e 24 ore su 24 per poter garantire il rispetto dei tempi richiesti e permettere l’apertura al traffico dell’opera il prossimo 20 aprile 2020”.

Fondata nel 1920 e trasformatasi in società per azioni nel 1987, nel 1991 l’azienda friulana ha introdotto in Italia le tecnologie del microtunnel e da allora ha proseguito nello sviluppo di tecniche innovative nel campo delle fondazioni e di altri sistemi costruttivi innovativi. Oggi l’azienda conta oltre 350 addetti, impegnati in varie commesse in Italia e all’estero – fra cui il progetto della metropolitana parigina Grand Paris Express Ligne 15 e 16 e l’estensione della metropolitana di Copenaghen – che realizzano una produzione media annua superiore a 100 milioni di euro.