Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Athletic Liberi: ora dipende da te. Incubo spezzino per il Real Fieschi risultati

I cogornesi sono travolti dalla Forza e Coraggio e scivolano a -4 dalla vetta

La lunga marcia alla fine logora nervi e fisico, specie quando sei stato lì davanti e le cose magari iniziano ad andare nel verso sbagliato. Capita nel calcio ed in molti sport, e lo sanno bene in casa Real Fieschi dopo una giornata pazzesca che vede un crollo verticale dei biancoblù nello spezzino per mano del Forza e Coraggio. 

Avvio shock dei biancorossi che trovano il gol al 4° con Pesare e il raddoppio cinque minuti dopo con Esposito. Fieschini che sbandano e non riescono a trovale il bandolo della matassa e allora ancora Esposito trova la doppietta mandando i suoi sul 3-0. Il gol provoca la reazione ospite che accorcia subito con Bacigalupo, ma un Esposito scatenato cala il tris personale col 4-1 con cui si va al riposo. Il secondo tempo non è tambureggiante come il primo, palla spesso a metà campo, poco spettacolo e solo nel finale i biancoblù la riaprono con Gandolfo su rigore, ma due minuti dopo all’86° Cuccolo la chiude con il clamoroso 5-2 che forse decide la stagione.

Nel frattempo l’Athletic s’imponeva sul Campomorone Sant’Olcese in una partita che i padroni di casa sono stati bravi a riprendere. Infatti dopo un avvio all’attacco con un palo colpito su punizione da Ilardo, al 35° Bevegni viene servito al limite dell’area e coglie in controtempo Bartoletti. Dieci minuti dopo sul fronte opposto proprio Ilardo va giù in area. Rigore un po’ generoso forse, ma Grosso dal dischetto sbaglia calciando sul palo.

Nel secondo tempo cambia tutto con Di Pietro che al 51° devia un corner dalla destra in mischia e pareggia i conti. Da qui l’Athletic aumenta i ritmi e costringe sulla difensiva i campomoronesi che regalano un altro rigore per un intervento goffo di Temperini toccando con le mani. Ma gli undici metri non sono amici dei nerogialloverdi e Cagliani si fa parare il tiro da un Canciani in grande spolvero. Il gol arriverà al 65° proprio con Ilardo che viene servito in verticale e buca Canciani per il gol del ribaltamento. Campomorone che non c’è più e allora Arrighetti da due passi la insacca all’80°. C’è tempo per il quarto gol di Zazzeri che di tacco anticipa Canciani e la chiude.

Se la corsa per la vetta sembra compromessa, o quasi, in palio ci sono i piazzamenti playoff comunque molto importanti. Il Rivasamba vince sulla Burlando confermando i pronostici e passando subito in vantaggio con Latin. Al 22° raddoppia Capalbo. Nel secondo tempo il Rivasamba si distrae e Pelle accorcia le distanze, ma Fontana all’85° chiude la partita rilanciando i sestrini che ora hanno il fiato sul collo del Real Fieschi per il secondo posto.

Nella corsa playoff c’è sempre anche il Cadimare, autore di un gran girone di ritorno che continua ottimamente grazie al gol con cui i bianconeri si impongono sul Little Club. Decisivo è Dell’Ovo che al 70° infila Scala spegnendo ormai quasi definitivamente i sogni di gloria rossoblù. Sogni che continua a coltivare il Golfo Paradiso, rinnovato dal ko rimediato dai cugini fieschini che consente ai recchelini di salire a -9 dal secondo posto. Non semplice approdare ai playoff, che tuttavia non sono irraggiungibili. Con la Don Bosco Spezia una vittoria dura e sofferta. Massaro impiega un minuti a sbloccarla. Monticone raddoppia dieci minuti dopo e quando Massaro firma il 3-0 al 25°, sembra tutto chiuso. Invece al 30° la riapre Nicolini. Nel secondo tempo il gol di Flagiello al 60° riapre tutto e costringe ad un finale di sofferenza i padroni di casa che tuttavia si aggiudicano la partita. 

Sconfitta ancora una volta indolore per il Casarza, che sfrutta un Borzoli che continua a non vincere e sembra avviato ad una retrocessione diretta. I levantini vengono travolti dall’Ortonovo nello scontro diretto per evitare il terz’ultimo posto. Spezzini che vanno sullo 0-2 già nel primo tempo grazie al rigore di Rosati e al gol di Verona. Nella ripresa Manfredi, ancora Verona e Ninotti all’80° completano una giornata da dimenticare per i casarzesi.

Cade anche la Goliardicapolis che viene colpita in apertura dal Canaletto con Becci che su corner svetta e porta in vantaggio gli spezzini. Due minuti dopo il raddoppio ospite arriva dopo un tiro che colpisce ben due legni prima di diventare buono per Costa che mette in ghiaccio il parziale. Goliardica che non c’è e fatica ad uscire dalla propria metà campo e al 38° arriva il tris ancora con Costa che in contropiede firma il definitivo 0-3. Nella ripresa Canaletto in controllo e gara in tasca.

Il Magra Azzurri batte il Borzoli in rimonta in una gara molto bloccata che vede i genovesi illudersi con Esibiti al 48°, ma al 50° Goldoni su punizione pareggia i conti. Rete decisiva di Leonini all’85° che fa balzare gli spezzini al settimo posto