Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Athletic ad un passo dal trionfo, Real Fieschi torna secondo e spera risultati

Nerogialloverdi che potrebbero festeggiare la vittoria del campionato nel prossimo turno

L’Athletic Liberi si avvicina alla vittoria del campionato con la vittoria esterna, netta ai danni del Little Club Genoa e mantiene 4 punti sul Real Fieschi. Verdigialloneri che passano al 15° con la zampata di Gaspari su calcio d’angolo. Al 35° è già 0-2 con Ilardo che beffa Scala calciando una punizione rasoterra e mettendo virtualmente in sacco la vittoria. Si va al secondo tempo, l’Athletic gestisce, il Little Club pensa più che altro a non prenderle, ma gli ospiti non vogliono rischiare e al 70° Arrighetti trova il tris che chiude i conti. Tre minuti dopo c’è anche Dodero che fa poker. Al 90° arriva il gol della bandiera rossoblù di Sanni.

Mantiene viva la speranza il Real Fieschi, che dovrà comunque vincere le ultime due partite sperando in uno scivolone dell’Athletic per poter beffare i rivali all’ultima “curva”. Con il Magra Azzurri non c’è gara perché nonostante l’equilibrio del primo tempo, gli spezzini non hanno obbiettivi e vengono soverchiati alla lunga dalla maggiore motivazione dei cogornesi che al 61° passano in vantaggio con Gandolfo. Arriveranno poi due reti in rapida successione di Celeri all’81° e Cuneo all’85° che chiudono la contesa, prima della rete inutile di Conti che sancisce il definitivo 3-1. 

Passando alla lotta per i playoff sono quasi del tutto tramontate le speranze del Golfo Paradiso che d’altronde si fa raggiungere da un Borzoli con un piede già in Prima categoria. I recchelini rischiano già nel primo tempo quando concedono un rigore al Borzoli, ma Carrubba si fa parare il tiro da Roi. Al 58° poi Busacca irrompe su corner portando in vantaggio gli ospiti che non riescono a chiuderla e allora all’85° Mendez si trasforma in bomber e pareggia i conti e lascia una residua speranza al Borzoli di evitare la retrocessione diretta.

Speranza che resta viva anche alla luce del ko esterno del Casarza che viene sconfitto 2-0 dalla Don Bosco Spezia grazie ai gol di Pannone e Bertocchi, entrambi nel primo tempo. Granata che quindi falliscono il primo match point per la salvezza diretta. 

Cade il Rivasamba, sconfitto da un Canaletto cinico a cui basta il gol di Poli al 60° per avere la meglio sui sestrini. Giornata negativa per i rigoristi, però perché il Rivasamba fallisce l’occasione di pareggiare al 73° con Costa che si fa parare il penalty da Bertagna. Non fa meglio il suo omonimo, ma nella porta opposta che all’ 88 sbaglia, anche se alla fine il Canaletto riesce comunque a ottenere il risultato pieno.

Resta potenzialmente in corsa per la vittoria del campionato anche il Cadimare, che però perde terreno pareggiando con l’Ortonovo ed ora è a 5 punti dall’Athletic. Ortonovo in vantaggio al 5° con Panico che infila Sarti con un tiro dal limite dell’area. Vantaggio che dura poco perché i bianconeri pareggiano al 18° con Agrifogli e ribaltano il parziale con Mozzachiodi al 23°. Lo sforzo degli ospiti si ferma qui, però e non riuscendo a chiuderla tengono vive le speranze dell’Ortonovo che alla fine pareggia con Lorenzini nel secondo tempo.

Vittoria e sorpasso della Goliardicapolis che espugna il campo di Begato, casa del Campomorone Sant’Olcese e sale al settimo posto in solitaria. Blugranata subito avanti all’8° con una bella intuizione di Sighieri che libera di tacco Incerti il quale solo davanti a Canciani lo batte. Goliardica che trova anche lo 0-2 al 43° con Ferrando che di testa svetta su tutti e gira a rete una palla che Canciani non riesce a respingere.

Reazione biancoblù che si concretizza in avvio di ripresa quando Bruzzone arriva prima di tutti di testa in area e fa 1-2. Campomorone che spinge e guadagna metri. Al 70° Galluccio si guadagna un calcio di rigore che Minardi trasforma e fa 2-2. Nel suo miglior momento, però il Campomorone viene colpito da Incerti che intercetta una punizione battuta velocemente da Cappellano e beffa Canciani con un delicato colpo sotto. Proteste dei campomoronesi che chiedevano una distanza maggiore sulla punizione, ma per l’arbitro è tutto ok e la Goliardica vince 2-3