Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Amministrative 2019, 43 Comuni genovesi al voto il 26 maggio tra sindaci che tentano il bis e tante liste civiche

Tra gli altri, rinnovano l'amministrazione Rapallo, Lavagna, Masone, Busalla e Santa Margherita

Genova. Il 26 maggio, insieme alle elezioni per il parlamento europeo, andranno al voto anche 134 comuni liguri. Di questi, 43 sono in provincia di Genova. Al voto 146.884 elettori. I comuni più importanti che rinnovano la loro amministrazione Lavagna, commissariato da 3 anni per mafia, ma anche Rapallo (l’unico oltre i 15 mila abitanti), Recco, Sori e Santa Margherita.

Al voto anche Busalla, Campomorone, Serra Riccò e Sant’Olcese, alle spalle di Genova. E poi Masone e Mele e, nell’entroterra del levante, località come Ne e Santo Stefano D’Aveto. C’era tempo sino a mezzogiorno di oggi per depositare le liste che correranno alle prossime elezioni amministrative.

A Rapallo il centrodestra si presenta unito, e fiducioso di poter vincere senza dover andare al secondo turno, con il sindaco uscente Carlo Bagnasco. Il M5S schiera Isabella De Benedetti. C’è poi la lista Brigati per Rapallo, del vicesindaco Piergiorgio Brigati.

Anche a Recco il centrodestra si presentea unito. Il “modello Toti” sostiene Carlo Gandolfo (FdI), attuale assessore allo sport, che dovrà sfidare l’altro big della politica locale, Gian Luca Buccilli, vicesindaco della giunta targata Dario Capurro, non candidabile perché al secondo mandato. Il M5S non ha trovato un candidato. A Sori, il centrosinistra prova a confermare la vittoria con l’attuale vicesindaco di Pezzana, Marco Castagnola (lista Sori 2020) mentre il centrodestra, unito, prova a giocarsi la carta Mario Reffo.

Era il giugno del 2016 quando, nell’ambito dell’inchiesta ‘I Conti di Lavagna’, venivano arrestati il sindaco della città Pino Sanguineti e altri politici locali e il Comune veniva sciolto per presunte infiltrazioni mafiose. La cittadina cerca di tornare alla normalità. Candidati Gian Alberto Mangiante, lista civica; Daniele di Martino, M5S; Guido Stefani della lista di Officina Lavagnese e Laura Corsi, della lista 100% Lavagna.

A Santa Margherita Ligure la sfida è tra l’attuale sindaco Paolo Donadoni, contro il leader dell’opposizione Claudio Marsano con il “Progetto Santa Insieme”. C’è poi l’Alternativa per Santa che sostiene Guglielmo Caversazio.