Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Via Porro, “Prato seminato, non calpestabile”, il cartello che non ti aspetti sotto il Morandi scatena l’ironia della rete

"La dove c'era la città, ora c'è l'erba". Il popolo del web si sbizzarrisce sull'avviso "fuori luogo"

Genova. Anche i piccoli errori, le sviste minime possono generare reazioni più grandi di quello che la realtà nei fatti è. E spesso, anzi, lo fanno, complice i meccanismi “moltiplicatori” della rete.

E’ il caso del cartello collocato su di una transenna posta a chiusura di via Porro, evidentemente rimasto da un precedente utilizzo, che sta diventando virale grazie all’occhio attento dell’ex consigliere comunale Stefano De Pietro, che ha prontamente postato la foto che vedete.

E subito parte l’ironia. C’è chi trova un evidente nesso tra prato fiorito e campo minato, il famoso gioco di un sistema operativo che calza a pennello vista il futuro (forse, viste le incertezze di queste ore) esplosivo della zona. Ma non solo: “La dove c’era la città, ora c’è l’erba”, rincara un cittadino, parafrasando la celebre canzone di Adriano Celentano, per una eventuale “il ragazzo della via Porro”.

E ancora, “Si portano avanti con il parco”, oppure “l’erba assorbirà l’amianto”, come dice un altro, e così via. Insomma, semina o no, di sempre verde c’è il solito, e solido, sarcasmo genovese.