Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Ultra del Turchino, domenica al via la 50 km in notturna da Ovada a Voltri

Arrivo all'alba in tempo per una colazione a base di focaccia. Oltre 700 metri di dislivello

Genova. Dopo il successo dell’edizione inaugurale dell’anno scorso, si rinnova l’appuntamento con l’Ultra del Turchino, corsa non competitiva notturna di 50 chilometri sulla strada tra Ovada e Voltri previo giro di 12,5 chilometri nel centro della città dell’Alto Monferrato. Una corsa non certo per tutti: oltre al chilometraggio gli atleti dovranno affrontare oltre 700 i metri di dislivello per ‘svalicare’ il Turchino, il tutto unito al fascino ma anche alle maggiori difficoltà di una corsa in notturna.

L’organizzazione a cura dell’associazione sportiva Impossible Target ha fissato in 9 ore il tempo massimo per la gara, con ristori ogni 5 chilometri e colazione a Voltri all’arrivo con focaccia, vino bianco e caffé.

Se la lunghezza del percorso e la scelta della notturna la rendono una gara piuttosto di nicchia, dalla prima alle seconda edizione gli iscritti sono raddoppiati: “dai 70 dello scorso anno – spiega Giacomo Lopopolo, presidente di Impossibile Target – oggi, le iscrizioni si sono chiuse a 140”. La partenza scatta alla mezzanotte di domenica 24 marzo

La manifestazione, a seguito della proficua collaborazione dello scorso anno tra il Comune di Genova e l’Asd Impossible Target, ha voluto coinvolgere sempre più il territorio genovese, andando a creare sinergie con il tessuto commerciale locale (attraverso il Civ di Voltri Ascom-Confcommercio) e a valorizzare le attrattività turistiche della zona.

“Sono particolarmente contenta del coinvolgimento del Civ di Voltri, per il tramite di Confcommercio, anche a questa edizione di una maratona così particolare e così attesa dagli appassionati – dichiara l’assessore al commercio e turismo Paola Bordilli –. Abbiamo voluto organizzare iniziative per rendere più accogliente l’arrivo dei partecipanti e far conoscere loro le peculiarità locali e i luoghi dando così uno spunto e uno stimolo ai molti partecipanti da fuori Genova per farli tornare in visita nella nostra città. Altresì un ringraziamento al Tennis Club di Voltri che dalle 3 di notte metterà a disposizione degli atleti i proprio servizi, affinché trovino un primo posto di accoglienza al termine della competizione e i negozi che hanno garantito la consegna dei pettorali ai partecipanti”.

Altrettanto soddisfatto è il consigliere delegato allo sport Stefano Anzalone: “Il Ponente genovese è ancora una volta protagonista di un’importante manifestazione sportiva. Il fatto che sia stata riconfermata rappresenta un segnale positivo e conferma il buon lavoro svolto da tutti i soggetti coinvolti in questo progetto”.