Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Tassistro fa volare il Mura Angeli: una vittoria forse decisiva risultati

Biancorossi che rimontano il gol dell’Olimpia e sfruttano il ko del San Desiderio allungare. Si riapre la corsa ai playoff con le valligiane sugli scudi

I tifosi del Mura Angeli facciano gli scongiuri, ma i biancorossi possono dirsi lanciati verso la vittoria del campionato dopo la 22^ giornata di Seconda categoria Girone D. Un turno che vede cadere ancora il San Desiderio che così, vista la vittoria interna del Mura, scivolano a – 8, gap rassicurante per la capolista che ha il proprio destino in pugno.

L’Olimpia si gioca le proprie carte e fa paura alla prima della classe trovando il vantaggio al 53° con un gran tiro di Donato che beffa Massone. Pareggio lesto e fortunato all’83° quando Annibaldi, portiere dell’Olimpia perde il pallone e consente a Tassistro di insaccare da due passi. L’Olimpia vacilla e subisce il colpo salvandosi su una evidente svista dell’arbitro che non sanziona un evidente tocco di mano in area ospite, ma all’89° ancora Tassistro colpisce con un tiro radente e preciso da predatore d’area che si infila nell’angolino. Potrebbe essere il gol che vale una stagione.

Il San Desiderio quindi cede probabilmente nella corsa alla vittoria finale e deve invece ora guardarsi dal ritorno proprio del Campi Corniglianese che vince lo scontro diretto e sale a -3 dal secondo posto occupato dai gialloblù. Nel primo tempo gara bloccata e contraddistinta da un rigore per parte con Antiga che porta in vantaggio gli ospiti al quarto d’ora. Al 34° Martini trasforma il secondo penalty che rimette tutto in parità. Nel secondo tempo la Corniglianese resta in dieci per il doppio giallo a Domi, ma con un blitz offensivo, i neroverdi la vincono: Costantino scappa sulla fascia e pesca Barraco che incorna il gol del 2-1 che all’82° decide la gara. 

Crolla il Pontecarrega che non riesce più a dare continuità ai propri risultati e viene sconfitto a Rossiglione che conquista tre punti forse decisivi per la definitiva salvezza. I biancorossi passano al 10° con Lutero, ma è un vantaggio effimero che dura appena 5’ finché De Gregorio non impatta. Rete del sorpasso al 40° con Coccia per un 2-1 che non cambierà più.

Rossiglionese che così aiuta i cugini di Masone che continuano a credere nei playoff rosicchiando tre punti al San Desiderio ora a +9 in classifica. Ad Arenzano contro gli Old Boys la partita inizia in salita con il gol di Rossi al 44° che firma l’1-0 per gli arancioneri. Nel secondo tempo il Masone sembra non riuscire a trovare una reazione subendo anche la verve dei padroni di casa che tentano di chiuderla, ma Valle calcia colpoendo la traversa. 

Masone che allora rialza la testa e al 65° Lorenzo Macciò trova il varco e pareggia. Old Boys che patisce e arretra e all’87° arriva il rigore di Rotunno che capovolge il parziale. Arenzanesi che si gettano all’attacco, ma si espongono e ancora bomber Rotunno la chiude con il gol dell’1-3 in pieno recupero. Brutto stop per gli arancioneri che vedono allontanarsi la Bolzanetese che supera il Libraccio con una partita decisa, anche qui nei minuti finali. Genovesi in vantaggio con Pascale in avvio di secondo tempo. Pareggia provvisoriamente dieci minuti dopo Bertolino, ma nei minuti finali arrivano i gol di Zangla e Micalizzi che regalano tre punti importanti per la corsa salvezza. 

C’è anche il Mele in corsa per il sogno playoff insieme al Masone. I gialloblù vincono col Carignano, che quindi viene avvicinato proprio dalla Bolzanetese, e restano appaiati ai cugini d’Appennino. Sangineto la sblocca al 23°, poi nel finale ci pensa Carnovale a chiuderla con una doppietta che rilancia il Mele. Carignano che deve fare attenzione a non pensare di avere già la salvezza in tasca.

La giornata favorevole per le squadre dell’entroterra è completata dalla vittoria del Campo Ligure sull’Atletico Quarto (agganciato quindi proprio dalla Rossiglionese). Gialloblù che gettano alle ortiche una gara ipotecata grazie ad un primo tempo giocato meglio e concluso 0-2 grazie alla doppietta di Boasi. L’avvio di secondo tempo coglie i levantini impreparati e Oliveri si prende il proscenio con una doppietta che in tre minuti riapre tutto. Gara equilibrata fino alla fine quando poi sono i campesi a spuntarla grazie al terzo gol di Oliveri che si porta il pallone a casa e regala tre punti ai suoi.