Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Strage di Viareggio, lunedì a Sampierdarena proiezione del documentario “Il sole sulla pelle”

L’opera è tra i venticinque documentari finalisti ai Nastri d’Argento 2019

Genova. Lunedì 18 marzo alle 21.15 al Cineclub Amici del Cinema di Sampierdarena (via Carlo Rolando, 15) proiezione di “Il sole sulla pelle” alla presenza del regista Massimo Bondielli, dell’autore e produttore Gino Martella e dei familiari dell’Associazione Il Mondo che Vorrei onlus.

Prodotto dalla Caravanserraglio Film Factory con il sostegno dell’associazione sopracitata, il film di Bondielli è un documentario incentrato sulla strage ferroviaria di Viareggio e, soprattutto, sulle sue conseguenze e sulla ricerca di giustizia da parte delle vittime.
Il titolo in questione ha la sua origine in “Ovunque proteggi”, cortometraggio di undici minuti nel quale vengono intervistati i sopravvissuti al disastro ferroviario.

L’opera è stata proiettata con successo alla Casa del Cinema di Roma nell’ambito della  13° edizione di Italia Doc ed è tra i venticinque documentari finalisti ai Nastri d’Argento 2019.

La serata è stata organizzata con il contributo di parecchie associazioni: Associazione Amici di Pontecarrega, Movimento No tav Terzo Valico, Comitato Piazza Carlo Giuliani, Circolo Legambiente Nuova Ecologia, Circolo Arci Barabini di Trasta, Circolo Arci Zenzero, Circolo Arci Perugina, Circolo Chico Mendes di Sampierdarena, Comitato Spontaneo Cittadini di Borzoli e Fegino, Comitato Liberi Cittadini di Certosa, Genova Antifascita, Laboratorio Sociale Occupato Autogestito Buridda, Comitato No Gronda.

Massimo Bondielli e Gino Martella avevano già lavorato insieme – co-firmando la regia con Marco Matera – anche in un altro documentario a tematica civile: “Se io fossi acqua”, film del 2013 incentrato sull’alluvione in Val di Vara e su come la sua popolazione sia riuscita a risollevarsi dalla tragedia.