Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Sestrese, basta una rete per piegare il Celle. Schiazza: “In difesa stiamo diventando bravi”

L'allenatore verdestellato commenta il successo in trasferta della sua squadra

Celle Ligure. Seconda vittoria consecutiva per la Sestrese, ottenuta sul campo del Celle Ligure, contro un avversario in salute che arrivava da tre risultati positivi.

Sestrese Vs Loanesi Promozione Gir. A

Mister Corrado Schiazza commenta: “Nelle ultime due partite, quella di domenica scorsa e questa, la squadra ha imparato a soffrire. Non siamo più ‘belli’ come all’inizio, quando facevamo e subivamo tanti gol, ma in questo momento ne facciamo uno e poi cerchiamo di amministrare il vantaggio. Non è che lo facciamo apposta, però abbiamo qualche giocatore non in ottime condizioni atletiche e questo fa sì che la partita certe volte abbia delle fasi dove subiamo. Ancora oggi abbiamo giocato con quattro o cinque fuoriquota, abbiamo fatto esordire un altro 2001: siamo una squadra giovanissima, ci stanno questi cali di tensione. L’importante era vincere; siamo sempre lì, vedo che le altre comunque continuano a fare risultato e alla fine tireremo le somme. Bravi a tutti i ragazzi, complimenti a tutti; ora andiamo a giocarcela di nuovo domenica prossima e vediamo cosa succede“.

Rispetto al girone di andata, la squadra verdestellata ha trovato quella solidità difensiva necessaria per avere continuità di risultati. “Dietro ora, finalmente, stiamo diventando bravi – sottolinea l’allenatore -. Non è che non lo fossimo prima, per degli errori individuali oppure al primo errore magari venivamo puniti. Qualche errore lo abbiamo fatto anche oggi ma il portiere ha fatto due ottimi interventi e ci ha permesso di portare a casa questa vittoria, perciò siamo contenti così“.

Il terzo posto dista solamente 2 lunghezze. “Noi viviamo di partita in partita anche perché non dipende solo da noi, dipende anche dagli altri e alla fine vediamo. Qualche passo falso in casa ci costringe a inseguire; ora abbiamo un paio di partite dove non possiamo più sbagliare – conclude Schiazza – e speriamo che qualcuno davanti sbagli”.