Sassuolo-Sampdoria: segnano tutti, vincono i blucerchiati (3-5) - Genova 24
28ª giornata

Sassuolo-Sampdoria: segnano tutti, vincono i blucerchiati (3-5)risultati

Vittoria schiacciante della Samp al Mapei Stadium. In goal Defrel, Quagliarella, Linetty, Praet e Gabbiadini

Sampdoria Vs Bologna Serie A

Reggio Emilia. Filip Đuričić falso “nueve” è la mossa che maggiormente attira la curiosità dei tifosi blucerchiati, che si accingono ad assistere, come noi, alla sfida della Samp, col Sassuolo, al Mapei Stadium di Reggio Emilia, la Città del Tricolore. Il trequartista serbo, che poca fortuna ha trovato a Genova con Giampaolo, “piace” invece indubbiamente a De Zerbi, che lo aveva voluto, nel gennaio scorso, nel Benevento e poi lo ha portato con sé anche in neroverde.

Proprio oggi, tra l’altro, Giampaolo è privo di entrambi i suoi trequartisti (Ramírez e Saponara) e per mantenere fede al suo 4-3-1-2, deve inventarsi nel ruolo Defrel, dopo aver pensato anche alla soluzione Praet, eventualmente sostituito a metà campo dal ceco Jankto.

Ma vediamole, le formazione scelte dai due tecnici:

Sassuolo (3-4-3): Consigli; Demiral, Ferrari, Peluso; Lirola, Duncan, Sensi, Di Francesco; Berardi, Đuričić, Boga.

A disposizione: Pegolo, Satalino, Marlon, Lemos, Magnani, Sernicola, Locatelli, Matri, Scamacca, Babacar.

Sampdoria (4-3-1-2): Audero; Bereszyński, Andersen, Colley, Murru; Praet, Ekdal, Linetty; Defrel; Gabbiadini, Quagliarella.

A disposizione: Rafael, Belec, Sala, Tonelli, Ferrari, Tavares, Vieira, Jankto, Sau.

Arbitra il signor Dionisi de L’Aquila, assistito da Di Vuolo di Castellammare di Stabia e Pagnotta di Nocera. Quarto uomo: Maresca di Napoli, mentre Pasqua di Tivoli e Peretti di Verona sono gli addetti a VAR ed AVAR.

Anche Duncan e Gian Marco Ferrari sono ex, ma il ghanese è stato sacrificato sull’altare delle plusvalenze, mentre per il centrale difensivo, in effetti, la cifra del contro riscatto risultava alquanto alta e si è preferito investire su Colley e mettere in rosa l’altro Ferrari, Alex.

Al posto di Duncan, a dire il vero, giostra in blucerchiato un certo Linetty… dunque vediamo, oggi, se sono state scelte giuste… A bocce ferme, pensiamo di sì…

Primo corner per la Samp, al 4° e dallo scambio Praet/Gabbiadini, scaturisce un traversone, che lambisce la traversa di un incerto (nell’occasione) Consigli, che si rifà al 5°, accartocciandosi, in tuffo, su un tiro di Manolo.

Al 6° replica Di Francesco, smarcato al tiro da Boga, che impegna severamente Audero, che para in due tempi.

Al 12° Colley impatta male, di testa, un corner di Gabbiadini ed alza sopra la traversa.

Al 14°, ecco la firma di Defrel sull’ 1-0 della Samp: il francese ruba palla a centrocampo, serve Gabbiadini, che vede il movimento ad allargare di Quagliarella, che, di testa, fa il ponte per l’accorrente Defrel, che appoggia in rete.

Al 16° Defrel, solo davanti a Consigli, non riesce a saltarlo, fallendo la chance del raddoppio… che occasione sprecata!

Al 28° Andersen, di drop, cerca il goal dalla lunga distanza… palla alta.

Al 32° un tacco di Đuričić costringe Murru ad un bel recupero in scivolata, mentre Lirola ci prova due volte, nei minuti successivi, senza trovare lo specchio della porta

Al 36° Quagliarella fa 21 (goal)… grazie a Linetty, che ruba palla a Duncan, con il bomber che, sfruttando un tocco errato di Demiral, infila a giro l’incolpevole Consigli: 2-0 per la Samp.

Ma al 38° Lirola va via sulla destra, mette in mezzo dove ci arriva Boga, che prende alle spalle Bere ed appoggia in rete. Partita riaperta (1-2).

Show per il 3-1 doriano: Praet mette in mezzo … Quagliarella va il velo per Defrel, che appoggia indietro a Linetty… che piazza una palla in rete, che nemmeno il VAR può vanificare…

Samp spettacolo al 47°, con Praet sugli scudi… ma tutti gli undici stanno giostrando ad alti livelli…

Giallo per Duncan (fallo su Ekdal) un minuto prima dell’intervallo… mentre i tifosi blucerchiati, presenti al Mapei, fanno sentire “alta” la loro voce.

Si riprende con De Zerbi che rinuncia al falso “nueve” (Đuričić), sostituito da un centravanti vero: Khouma Babacar, ma passano trenta secondi ed è 4-1 per il Doria: cross di Murru, servito da Defrel ed in spaccata, Praet mette la ciliegina sulla torta.

Al 48° giallo a Gabbiadini, per fallo in attacco.

Al 51° rischia l’autorete Andersen, per anticipare Babacar, che peraltro era in fuorigioco.

Al 59° Demiral (nazionale turco) chiude bene su Quagliarella, lanciato a rete.

Al 63°, colpo di fortuna per il Sassuolo, con Duncan che ci prova da lontano, premiato da una deviazione, con la tibia, di Andersen (2-4).

Ora il Sassuolo ci spera ( e crede) di nuovo… e Ferrari di testa impegna Audero, al 65°.

Al 66° Giampaolo si copre: entra Jankto per Defrel, con Praet che passa sulla trequarti.

AL 70° miracolo di Consigli su Quagliarella, imbeccato da Linetty

Al 71° 5-1 di Gabbiadini (di destro), che sfrutta un altro perfetto assist di Linetty, bravissimo anche a recuperare (prima) palla agli emiliani.

Coast to coast di Andersen, al 79°, che poi serve Quagliarella, che spara alle stelle.

All’82° Gabbiadini si conquista un fallo, fra l’area e il corner… punizione senza esiti positivi.

All’83° esce, fra gli applausi di tutto lo stadio, Quagliarella ed entra Sau ed all’86° Vieira dà il cambio a un dolorante Ekdal, uno dei migliori.

Al 82° perla di Babacar, che riprende una ribattuta, su precedente tiro di Duncan e spedisce la sfera, a giro, all’incrocio dei pali (3-5).

Samp da applausi, all’interno di una partita di alto livello, che ha visto quasi tutti i giocatori blucerchiati andare al tiro, con cinque marcatori diversi… con una grande dimostrazione di generosità da parte di tutti. Tanto che risulta difficile trovare un migliore in campo, anche se Praet…

Bella Samp, davvero!