Rubavano i resi per rivenderli, in manette due corrieri Sda: furti per 100 mila euro - Genova 24
L'indagine

Rubavano i resi per rivenderli, in manette due corrieri Sda: furti per 100 mila euro

Oltre ai due italiani, fermo disposto dal pm per uno stranieri e un quarto uomo denunciato. Il magazzino sopra Di Negro

Forze dell'ordine e mezzi di trasporto

Genova. Due arresti, un fermo e un denuncia. E’ questo al momento il bilancio dell’indagine condotta dal commissariato di Sestri ponente che ha scoperto un vero e proprio bazar clandestino, sopra Di Negro: lì venivano custoditi e poi rivenduti i pacchi rubati durante le consegne del corriere Sda. I poliziotti sono riusciti a individuarli e hanno arrestato due trasportatori della Sda, italiani di 41 e 47 anni. Una terza persona, straniero di 47 anni, è stato sottoposto a fermo, mentre una quarta di 40 anni è stata denunciata. Le accuse, a vario titolo, sono di furto e ricettazione.

L’indagine è scattata dopo che una volante ha notato un trasportatore accostarsi per strada a Sestri Ponente e consegnare alcuni pacchi a un altro trasportatore senza le divise della società di consegne. Gli agenti hanno deciso di seguire il furgone fino a un magazzino e quando hanno fatto irruzione hanno trovato centinaia di vestiti, scarpe, profumi e accessori stivati.

Sono scattate a quel punto le manette per i due trasportatori mentre la merce è stata sequestrata. Secondo quanto ricostruito dagli investigatori, coordinati dal pm Valentina Grosso, il gruppo prendeva i pacchi della merce comprata on line o resa da ditte genovesi e alcuni li faceva sparire oppure li apriva e prendeva parte del carico.

Il danno stimato si aggirerebbe intorno ai 100 mila euro. Le indagini proseguono per risalire a eventuali altri complici e per capire se la merce rubata veniva poi rivenduta in una sorta di mercato nero.

Più informazioni