Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Regalo di Donnarumma e la Sampdoria ringrazia: Milan sconfitto 1-0 risultati

In vantaggio dopo 30' la Sampdoria ha giocato una partita maiuscola per intensità

Genova. Una grande Sampdoria approfitta di un gol regalato da Donnarumma dopo 30 secondi e mantiene il vantaggio per 1-0 sino alla fine. Una partita maiuscola per intensità, con un pressing altissimo che ha stroncato il Milan in avvio di azione. Ottima la partita dei centrali difensivi su Piatek, per la verità lasciato troppo solo fino all’ingresso di Cutrone, ma tutta la squadra ha dato il massimo, concedendo davvero poco ai rossoneri.

Primo tempo, in vantaggio grazie a Donnarumma

Vieira in regia, Ramirez trequartista, Defrel ad affiancare Quagliarella. Questa la Sampdoria schierata da Giampaolo dal primo minuto. In tribuna si registra il ritorno di Walter Sabatini, dopo i gravi problemi di salute.

Neanche il tempo di capire le disposizioni in campo, che la Sampdoria passa in vantaggio grazie a un regalo di Donnarumma, che sbaglia completamente il passaggio, colpendo Defrel in corsa. La palla gli finisce proprio sul sinistro: piatto a porta sguarnita e blucerchiati già in vantaggio.

Galvanizzata dall’insperato regalo, la Samp ci prova ancora con Defrel al 5′: stop di petto e tiro dalla distanza, troppo centrale e stavolta Donnarumma non sbaglia.

La Sampdoria fa la partita, sostenuta dai cori incessanti del pubblico. Quagliarella è un cobra pronto a mordere: si smarca, dettando il passaggio a Linetty, che verticalizza, l’inserimento è perfetto e la girata immediata sul primo palo è deviata in corner da Donnarumma (17′).

Il Milan dà qualche segno di ripresa dopo 25 minuti: azione prolungata, con anche un sospetto tocco di mano blucerchiato in area di rigore, la palla arriva a Suso che ci prova con un sinistro a girare disinnescato alla grande da Audero in tuffo.

Il pressing altissimo della Sampdoria è efficace e Donnarumma, cercato spesso dai compagni che non hanno grandi soluzioni di gioco, ha sempre difficoltà a impostare col rinvio. Il conto delle occasioni da gol torna a vantaggio della Samp al 29′: Ramirez per Quagliarella, che in area allarga troppo la mira, non inquadrando il bersaglio da ottima posizione.

Un minuto dopo il Milan reclama un calcio di rigore per un blocco su Suso, ma Orsato lascia correre. La Sampdoria si difende bene, anche perché il Milan è parecchio impreciso sui cross. Brivido proprio nel finale di primo tempo, con un tiro di Musacchio sugli sviluppi di un calcio d’angolo che sarebbe destinato in rete: Vieira è provvidenziale nella deviazione decisiva.

Ripresa, una traversa e Var thrilling

Si riprende con la stretta di mano di Massimo Ferrero a Enrico Mantovani in tribuna. Mantovani, con alcuni tweet, aveva lasciato intendere qualche novità sulla cessione della Sampdoria.

Gattuso cambia Rodriguez con Conti, ma è ancora la Sampdoria a essere più pericolosa: è il 56′ quando la girata di prima intenzione Quagliarella viene deviata in angolo. Un minuto dopo il bell’inserimento di Defrel meriterebbe altra fortuna: destro al volo sopra la traversa.

Con Piatek solo contro Andersen e Colley, la Sampdoria ha vita facile. Qualche pericolo arriva dal piede di Suso, che prova a fare ciò che gli dovrebbe riuscire meglio: stringere verso il centro per provare il tiro: al 59′ ci riesce, ma Colley devia quel tanto che basta per mettere in angolo, quasi ingannando Audero che non sarebbe riuscito a intervenire in caso il pallone fosse andato verso la rete. Sul corner annullato gol a Bakayoko per carica su Audero (60′).

Gattuso cambia: dentro Cutrone per Suso, per dare una sponda più vicina a Piatek, e Paquetà per Biglia, mentre Giampaolo dà spazio a Saponara per Ramirez.

Ancora Samp vicina al gol: Quagliarella colpisce la traversa dopo una bella azione personale. Il tiro è leggermente sporcato da Musacchio (72′).

Il Milan alza il baricentro, con uno schieramento molto offensivo, alla disperata ricerca del pareggio. Audero è provvidenziale in uscita bassa su Cutrone, c he si era liberato bene in area di rigore (77′). Vieira è esausto e Giampaolo lo sostituisce con Jankto, mandando Praet a fare il centrale.

L’assetto del Milan favorisce le ripartenze e Defrel si mangia il raddoppio solo davanti a Donnarumma all’80’. Dopo un colpo di tacco debole di Cutrone su assist di Conti, ben controllato da Audero, la partita si accende per le proteste del Milan su un presunto fallo di Murru su Piatek, che cade in area di rigore. Orsato utilizza il Var e conferma la decisione iniziale, Murru tocca prima il pallone.

Nei 5 minuti di recupero succede di tutto: prima una girata di Saponara deviata da Donnarumma, poi due parate non troppo complesse di Audero prima su Castillejo e poi su Piatek. Fischio finale e la Sud che canta “Oh Sampdoria portaci in Europa”.

Sampdoria-Milan 1-0

Reti: 1′ Defrel

Sampdoria: Audero, Sala, Andersen, Colley, Murru, Praet, Vieira (78′ Jankto), Linetty, Ramirez (66′ Saponara), Defrel, Quagliarella (87’Gabbiadini).

A disposizione: Rafael, Belec, Saponara, Sau, Tavares, Bereszynski, Ferrari, Tonelli.

Allenatore: Giampaolo

Milan: Donnarumma, Calabria, Musacchio, Romagnoli, Rodriguez (46′ Conti), Bakayoko, Biglia (71′ Paquetà), Calhanoglu, Suso (64′ Cutrone), Piatek, Castillejo.

A disposizione: Reina, Donnarumma (A), Borini, Bertolacci, Zapata, Abate, Caldara, Kessié, Laxalt.

Allenatore: Gattuso

Arbitro: Orsato di Schio

Ammoniti: Vieira, Praet (S); Suso, Castillejo, Musacchio (M)

Spettatori: 6.148 paganti, incasso 213.438 euro, 17.057 abbonati, 170.851 euro la quota gara.