Ponte Morandi, misure di sicurezza e le ispezioni al cantiere rallentano ancora la discesa della quinta trave - Genova 24
Imprevisti

Ponte Morandi, misure di sicurezza e le ispezioni al cantiere rallentano ancora la discesa della quinta trave

Resta chiusa Corso Perrone, almeno fino a giovedì sera

Generica

Genova. Ancora un rinvio per le operazioni di taglio e discesa della quinta trave gerber di ponte Morandi, l’impalcato tra la quarta e la terza pila del moncone ovest che già lunedì avrebbe dovuto toccare terra. Se fino a oggi il problema era il vento, che ha soffiato con raffiche fino a 100 chilometri orari, nelle ultime ore l’intervento è stato rallentano dalla necessità di mettere in atto maggiori misure di sicurezza e prevenzione dal rischio amianto.

Le nuove disposizioni da pare delle autorità di controllo impongono, infatti, alle aziende demolitrici non solo di bagnare la trave mentre viene tagliata, ma anche di raccogliere l’acqua utilizzata in modo da analizzarla. Per questo, sotto la trave 5, sono ora in fase di montaggio alcuni teloni di raccolta.

Non solo. Oggi al cantiere ovest, a distanza di circa un mese dall’ultima visita, sono tornati gli ispettori della direzione investigativa antimafia, i carabinieri e gli ispettori del lavoro. Se non ci saranno ulteriori intoppi il taglio della trave tampone inizierà questa sera, per essere ultimato all’alba di domani, entro domani sera la struttura sarà a terra.

Resta ancora chiusa, fino a cessate esigenze, corso Perrone, una delle tre strade di collegamento tra la Valpolcevera e il centro città.

leggi anche
zona rossa ponte morandi,
Tempi incerti
Ponte Morandi e rischio amianto, 300 carotaggi per decidere se far esplodere le pile 10 e 11