Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Nuovo ponte di Genova: sarà la pila 5 la prima ad alzarsi, ad agosto il primo nuovo impalcato

Mentre prendono avvio le opere propedeutiche e si attende lo smontaggio della quarta trave gerber

Più informazioni su

Genova. Mentre iniziano a prendere forma le maxi gru che saranno utilizzate per smontare le pile di ponente di ponte Morandi, sono iniziati venerdì i lavori propedeutici alla ricostruzione del ponte. Ricostruzione che, nel senso letterale, inizierà alla fine del mese di giugno con l’inizio dell’innalzamento della futura pila 5, corrispondente ai prima 320 metri (a partire da ovest) di quello che sarà il nuovo viadotto Polcevera.

Nel cronoprogramma del consorzio Per Genova la pila 5 verrà su, sulla carta almeno, entro le prime tre settimane di luglio e anche la pila 6 partirà quasi in contemporanea. Poi, con cadenza di un paio settimane, scatteranno la costruzione della pila 4 e della pila 7 e contemporaneamente, tra luglio e agosto, si dovrebbe iniziare a veder costruire anche sul versante est: la prima sarà pila 14, più vicina alla collina di innesto con la galleria prima di Genova Ovest.

La pila 9, in corrispondenza di quella crollata il 14 agosto 2018, inizierà a essere costruita in ottobre mentre l’ultima a essere alzata sarà la pila 10, tra la metà di novembre e dicembre 2019.

Ad agosto 2019 si potrà vedere anche il primo nuovo impalcato: sarà quello tra le pile 5 e 6.

Nel cronoprogramma si prevede il completamento del ponte tra la fine del 2019 e l’inizio del 2020, con un periodo di oltre tre mesi per il collaudo e l’apertura al traffico il 15 aprile 2020. Servirà ancora un mese per ultimare alcune finiture.