Multedo, giunta e maggioranza bocciano mozione su valutazione impatto ambientale e sanitario depositi - Genova 24
Scontro

Multedo, giunta e maggioranza bocciano mozione su valutazione impatto ambientale e sanitario depositi

Il no arriva dopo la controproposta, non accolta, di rimandare ad una commissione ad hoc

multedo

Genova. In sala rossa non si è parlato oggi solo di spostamento dei depositi costieri, ma anche del loro impatto su salute e ambiente che hanno, oggi, sul territorio su cui sono collocati.

Il M5s, infatti, ha presentato una mozione per iniziare, insieme ad Asl e Arpal, la valutazione di questo impatto degli impianti industriali che rientrano nella normativa Seveso, considerati a rischio di incidente rilevante. Una valutazione che potrebbe, anche alla luce del futuro incerto per quanto riguarda la ricollocazione, mettere sul tavolo dei dati in più, anche se si tratterebbe di impianti nuovi.

La mozione non è passata, a causa di un parere negativo della giunta, che durante la discussione, attraverso l’assessore Campora, respinto l’impegnativa di iniziare la valutazione, rimandando la discussione ad una commissione ad hoc sul tema.

“Dopo oggi è chiarissmo, per il Sindaco Bucci e per questa Giunta l’ambiente e la salute dei cittadini genovesi non solo non sono una priorità, ma proprio non sono materia di interesse alcuno”. Questo il commento di Stefano Giordano, consigliere M5S, dopo la votazione.

“Era una mozione semplicissima che chiedeva a questa amministrazione di attivarsi affinchè i cittadini di Ponente ottenessero risposte su quanto realmente siano pericolosi per la salute alcuni impianti industriali situati nei quartieri dove vivono con le loro famiglie e questa Giunta ha respinto la mozione. A a questo punto inizierà una raccolta firme per richiedere all’amministrazione pubblica che venga immediatamente eseguita la valutazione di impatto abimentale e sanitario sugli impianti industriali di Multedo – conclude Giordano”.

leggi anche
Manifestazione no al Petrolchimico a Cornigliano
Multedo
Depositi costieri, Bucci apre al dibattito pubblico, “ma prima soluzioni tecniche sul tavolo”