Mignanego, Filippo Caffieri: "In tanti anni di carriera non ho mai avuto atteggiamenti antisportivi" - Genova 24
Il personaggio

Mignanego, Filippo Caffieri: “In tanti anni di carriera non ho mai avuto atteggiamenti antisportivi”risultati

L'estremo difensore dei polceveraschi racconta la sua versione dei fatti

Pippo Caffieri

Genova. La mannaia del giudice sportivo che si è abbattuta sul Mignanego (campionato di Promozione A), ha colpito anche il portiere Filippo Caffieri, squalificato per due giornate, come riporta il comunicato della Federazione Calcio Liguria: ” Trascorsi venti minuti dal termine della gara, entrava (ndr, Caffieri) nello spogliatoio della squadra ospite (ndr, Serra Riccò), insultando e minacciando gli avversari, venendo trattenuto a stento dai dirigenti della predetta società, che poi portavano a risoluzione la questione”.

“Ammetto di essere entrato nello spogliatoio – afferma Caffieri – ma senza eccederela cosa che mi stupisce è che il direttore di gara non ha visto nulla... Bondelli è stato squalificato per cinque giornate, mister Pedemonte dovrà stare fuori quattro turni, ogni domenica è un bagno di sangue…”.

Filippo Caffieri rivendica, in ventinove anni di carriera, la bontà dei suoi atteggiamenti sportivi: “Ho sbagliato ed è giusto che paghi, ma tengo a sottolineare che in quasi trent’anni di carriera, svolta tra settore giovanile e prima squadra mi sono sempre contraddistinto per comportamenti positivi, imparando a considerare le sfide di tutti i giorni come  partite che possono essere vinte o perse, ma sempre all’interno delle regole”.

Più informazioni
leggi anche
Mignanego
Calcio
Promozione girone A: Mignanego nel mirino del giudice sportivo