Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Le associazioni di Genova24 - Dove lo butto

Informazione Pubblicitaria

Le 10 regole d’oro per una raccolta differenziata corretta di carta e cartone

Più informazioni su

La buona volontà spesso non manca. Tuttavia sono ancora molti quelli che, al momento del conferimento di carta e cartone nella raccolta differenziata, commettono errori. Da uno studio Comieco (Consorzio Nazionale Recupero e Riciclo degli Imballaggi a base Cellulosica) emerge che 1 italiano su 2 getta nella differenziata gli scontrini, mentre il 27% degli intervistati, sbagliando, manda alla differenziata la carta sporca di cibo (il 31%), i giornali ancora avvolti nella plastica (25%) e i fazzoletti di carta (17%).

Piccoli errori che, se opportunamente modificati, garantirebbero comunque un incremento della qualità della raccolta. Fare la bene differenziata conviene a tutti. Fa bene all’ambiente, fa bene all’aria (è come se ogni anno tutte le auto si fermassero per una settimana) e giova all’economia: dal ’99 a oggi il saldo positivo del sistema Comieco è circa 3,9 miliardi di euro. Un buona raccolta di carta e cartone fa pure bene alla creatività, perché con carta e cartone riciclati si fanno anche mobili, gioielli e opere d’arte.

Ecco allora alcune regole per assicurare un riciclo d’eccellenza grazie ad una raccolta differenziata di qualità.

Intanto COSA si può avviare a riciclo?

Carta: sacchetti, giornali, riviste, libri, quaderni, opuscoli e fogli in genere.
Cartone: scatole, scatoloni e cartoni per bevande (come latte e succhi di frutta).
Cartoncino: confezioni come quelle di riso, pasta, sale e altri alimenti, quelle del dentifricio e altri prodotti per l’igiene personale e per l’igiene della casa.

Le 10 regole per una raccolta vincente e di qualità:

1. Seleziona correttamente carta e cartone: no a nastri adesivi, punti metallici e altri materiali non cellulosici (ad es. il film di plastica che avvolge le riviste);
2. Appiattisci le scatole e comprimi gli scatoloni per ridurre i volumi;
3. Non abbandonare fuori dai contenitori carta e cartone;
4. Non buttare con la carta il sacchetto di plastica;
5. No carta e cartone con residui di cibo o terra: compromettono il buon riciclo;
6. No ai fazzoletti di carta usati: sono quasi tutti anti-spappolo e quindi difficili da riciclare;
7. No agli scontrini: i più comuni sono fatti con carte termiche e generano problemi nel riciclo;
8. No alla carta oleata (ad es. carta per affettati, formaggi e focacce) perché non è riciclabile;
9. No alla carta sporca di sostanze velenose (ad es. vernici, solventi etc.) perché contamina la carta buona da riciclare;
10. Segui sempre le istruzioni fornite da Amiu e dal Comune.