La Samp vince a Ferrara (2-1) - Genova 24
26ª giornata

La Samp vince a Ferrara (2-1)risultati

Grande "Quaglia" (doppietta) ed un ottimo primo tempo di tutta la squadra... poi tanta sofferenza nella ripresa

Sampdoria Vs Chievo 18° Giornata Serie A

Ferrara. Partita tutt’altro che facile, quella che sta per affrontare la Samp allo stadio Paolo Mazza… lo dice anche la storia dei precedenti match, che evidenziano quattro sconfitte blucerchiate ed un pareggio, nelle ultime cinque sfide, a Ferrara, fra estensi e genovesi. E tuttavia, se si vuole continuare a coltivare il sogno Europa… c’è un solo risultato a disposizione… una vittoria esterna, che manca dal 22 dicembre scorso (4-2 ad Empoli).

Mister Semplici, che ha un obiettivo ancor più vitale da centrare (la salvezza), torna in panchina e sceglie questi undici:

Spal (4-4-2): Viviano; Cionek, Bonifazi, Felipe, Fares; Valoti, Missiroli, Schiattarella, Kurtic; Petagna, Floccari.

Mentre Giampaolo risponde con questi uomini:

Sampdoria (4-3-1-2): Audero; Bereszyński, Andersen, Colley, Sala; Praet, Vieira, Linetty; Saponara; Gabbiadini, Quagliarella.

“Giampa” opta per Sala a sinistra (in difesa), anziché  per il mancino vero Tavares (che pure aveva giocato bene contro il Frosinone) e dà fiducia al giovane Ronaldo Vieira, al posto dello squalificato Ekdal, mentre davanti preferisce Manolo Gabbiadini a Gregoire Defrel.

Samp in completo nero, Spal a strette strisce azzurre e bianche… Passa un minuto e Colley mette giù Floccari sullo spigolo dell’area. La punizione dello sloveno Kurtic si infrange sulla rete, in prossimità dell’incrocio.

Stagione da incorniciare per Fabio Quagliarella, che al 3° raccoglie, in semirovesciata, un perfetto cross di Bereszyński e trafigge l’ex Viviano… Doria in vantaggio (1-0).

All’11° ancora il “Quaglia” raddoppia, di testa su un altro perfetto traversone di Linetty (2-0 per la Samp).

Al 12° risponde la Spal, con Fares, che sprinta sulla sinistra, vincendo la corsa con “Bere” e mettendo in mezzo una palla al bacio per Petagna… ma Sala, in perfetta scivolata, mura il tiro a botta sicura dell’altro ex.

Al 20° un vivace Sala arriva a concludere dalla distanza… palla alta.

Al 23° palo di Quagliarella, che sorprende, da 30 metri, Viviano dalla distanza, con un capolavoro di sinistro, ma non è fortunato…

Si sveglia la Spal ed al 26° sfiora l’1 a 2 con Valoti, ma il suo collo pieno va sopra la traversa. Poi, al 29°, Petagna impegna Audero, con un potente sinistro da fuori area.

Al 32° Gabbiadini appoggia indietro per Platt e Viviano deve metterci una pezza, sul tiro del belga e quindi deve ripetersi, un minuto dopo, salvando con un ginocchio, su Quagliarella, sfuggito alle spalle di Felipe.

Bella partita… Al 35° Valoti fa un assist a Fares, il cui sinistro finisce abbondantemente fuori.

Il franco algerino vola sulla fascia, ma Bereszyński questa volta (al 37°) non si fa superare, accompagnandolo sul fondo.

Al 40° Viera, Praet, Gabbiadini… Viviano para facile.

Si va negli spogliatoi sul doppio vantaggio per la Samp, grazie ad un super Quagliarella.

Nella ripresa, il primo squillo è della Spal, al 49° con Kurtic, la cui semirovesciata, su cross di Valoti, spedisce la palla in gradinata.

Al 51° Quagliarella si sfila sul secondo palo e cerca di sorprendere, a giro, Viviano, che respinge in corner… Sulla relativa battuta sempre il “bomber” colpisce al volo, sfiorando l’incrocio. Spettacolo del goleador blucerchiato.

La Spal, intanto, è passata al 3-5-2, con l’ingresso di Murgia, al 54°, al posto di Schiattarella. Giampaolo risponde con Jankto per Saponara, nel tentativo di dare più sostanza al centrocampo, con Praet che passa a fare il trequartista.

Al 60° ingenuo fallo di Bereszyński su Kurtic, che pennella una perfetta punizione per Floccari, la cui inzuccata non lascia scampo ad Audero… ma il VAR stabilisce che Petagna è in fuorigioco attivo, sul traversone dello sloveno.

Al 68° esce uno zoppicante Quagliarella ed entra Defrel.

Al 70° Fares (il migliore degli spallini) si prende il primo giallo della partita, “falciando” Gabbiadini, mentre Viera si becca il secondo, al 73°, trattenendo per la maglia lo stesso Fares, scatenato sulla fascia sinistra.

La Samp soffre… ma si sta entrando nell’ultimo quarto d’ora della partita.

Al 75° giallo sia a Valoti, che a Sala, che si strattonano, dopo un fallo dello spallino.

Al 77° contropiede Defrel, Gabbiadini, Praet… Viviano para.

Al 79° debutto per Jankovic, che prende il posto di Valoti.

Assedio estense… mancano dieci minuti.

All’81° dopo un contropiede di Defrel (buono il suo ingresso), Gabbiadini cerca il goal da lontano… palla alta di poco.

Antenucci dall’82° al posto di Felipe, per una Spal ultra offensiva.

All’84° Bereszyński si immola su un tiro a botta sicura di Fares.

Altra ripartenza: Viera, Jankto, Gabbiadini... la Spal si salva in angolo, mentre Murru si prepara ad entrare.

All’87°, su rimessa laterale, Jankto va al tiro… fuori di poco. Subito dopo entra Murru per Praet… la Samp passa al 5-4-1

Sette lunghi minuti di recupero, dopo il 90°, iniziati con un giallo ad Audero per perdita di tempo.

Punizione per la Spal (ostruzione di Viera) al 94°… e Kurtic scavalca la barriera ed infila Audero… ci sarà ancora da soffrire…

Al 96° rosso diretto per Cionek, che mette giù Defrel, lanciato in velocità, da una lunga rimessa di Audero… la Spal resta in dieci ed alla Samp basta amministrare palla fino al triplice fischio finale del signor Pasqua di Tivoli. Tre punti meritati nel primo tempo e sudati nel secondo… la corsa per l’Europa non è finita...