Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

La decisione più importante prima di fare una crociera? Scegliere la nave giusta

Un catalogo patinato, mille destinazioni ed itinerari, campagne pubblicitarie in tv, documentari, film, stampa, radio, e l’immancabile web, sul quale, forse leggere poco, ma visionare milioni di immagini. Questo è ciò che influisce e spinge a prenotare una crociera, è però importante anche un altro fattore, il passa parola impazza sui social e l’idea “contamina” molte menti, abbiamo sotto agli occhi una svolta epocale verso una “nuova” tipologia di vacanza.

Si potrebbe pensare che tutto ciò renda il comparto crociere, la gallina dalle uova d’oro. In parte è vero, le Compagnie investono milioni di euro in pubblicità ogni anno ed attirano sulle loro navi, come il pifferaio magico, file infinite di crocieristi. La realtà invece è un po’ diversa, perché non è poi così semplice riempire ogni settimana, navi di grande stazza, stanziate sullo stesso itinerario settimanale, spesso in concorrenza tra loro. Ogni anno dai cantieri escono navi gigantesche, ordinate e finalizzate a soddisfare un mercato che in futuro sarà enorme, ma che al momento è in divenire.

Pensate a numeri con molti zeri, la capacità delle nuove unità arriva oggi a circa 6000 passeggeri e se le navi non partono piene in bassa stagione, dovranno poi recuperare terreno nei mesi di punta, quando i prezzi delle crociere si manterranno in linea coi cataloghi.

Per gli uffici marketing dei brands che fan parte di questo comparto, il lavoro è incessante ed anche estenuante. Vi ho già detto in passato che, nonostante la diffusione a tappeto del prodotto crociera, solo un 4% mondiale di viaggiatori parte in nave, ma per costruire una grande e moderna unità servono circa due anni di lavoro, ed esistono pochi cantieri con bacini idonei alla loro costruzione. Questo é il vero dilemma, la crescita é evidente, ma non così veloce, alle Compagnie servirà non farsi cogliere impreparate, quando quel 4% aumenterà e saranno molte più persone a seguire il pifferaio magico.

Chi prima degli altri, firmerà contratti coi cantieri, occupando i bacini, si garantirà in futuro, un alto numero di navi a far parte della propria flotta, quando arriverà il momento giusto, chi avrà seminato raccoglierà. Ma nel frattempo? Ehh! Non é facile, il costo delle nuove navi sfiora il miliardo di euro, cifre astronomiche da recuperare quanto prima, per continuare ad investire. Serve lavorare tanto, si deve arrivare a coinvolgere clienti di decine di paesi diversi, imbarcare passeggeri ad ogni scalo, e fare in modo che gli agenti di viaggio sappiano presentare al meglio il prodotto, convogliando sulle navi, una parte della loro clientela, che ancora non vi ha navigato.

Per semplificare, i prossimi saranno anni di semina ed in seguito si raccoglieranno i frutti. L’importante è riuscire a mantenere un sano equilibrio tra ciò che si spende e che si incassa, non ci saranno probabilmente dividendi nel breve periodo per gli azionisti o armatori che in ogni caso si dovranno esporre con finanziamenti spropositati, ma in futuro potrebbero arrivare grandi soddisfazioni.

Fra tutte queste strategie di mercato, ci sono i clienti, molti già esperti e fidelizzati ed altri alle prime armi. Il grande “Circo” delle crociere ha montato il suo tendone, bianco e rosso, giallo e blu, bianco e blu, blu e rosso, turchese o azzurro non importa, é li davanti a noi ed effettua il suo irresistibile richiamo. Per una Compagnia ogni nuovo passeggero è prezioso, le crociere stregano e se il cliente resta soddisfatto, sarà molto probabile che ritorni presto su una nave dello stesso brand.

Quali fattori potrebbero inficiarne il risultato? Una minima parte di genere soggettivo, ed alcune problematiche oggettive, che se prevenute si potrebbero evitare. Una su tutte la scelta della nave.

Il mio consiglio per chi prenota per la prima volta una crociera, è di considerarla come le strutture ricettive che negli anni avete scelto per le vostre vacanze: forse lussuose, magari grandissime, immerse nel verde o ai piani piu alti di un grattacielo. Hotel e resorts che diventavano la vostra prima meta: campi da golf, maneggio, spiaggia privata attrezzata, SPA e molto altro. Se da un mondo ben conosciuto, come quello dei viaggi, virerete verso un altro genere di esperienza, dovrete farlo in linea coi vostri gusti ed abitudini per non restare delusi.

Un errore che si fa spesso è aprire un catalogo, scegliere una destinazione, optare per una crociera, senza prima aver valutato le caratteristiche della nave che effettua quell’itinerario. Se da un video, una foto o un articolo, siete rimasti così colpiti da desiderare di prenotare un viaggio per mare, ripensate a ciò che vi ha strabiliati e fate in modo che la nave che sceglierete abbia tutto ciò che vi ha fatto sognare.

Sui cataloghi e sul web si possono consultare i piani nave dettagliati e sui siti internet troverete molte informazioni, recensioni e foto facili da reperire. Tenete però presente una cosa, se pensate di fare la vostra prima esperienza su una mega nave, non pensate di trovarla abbinata ad itinerari lunghi o insoliti in giro per il mondo. Ripensate a quanto vi ho detto prima, la maggioranza delle persone ha a disposizione una settimana di ferie, ed è su quegli itinerari che vengono inserite a catalogo quelle navi. Le Compagnie però pensano a tutto, alcune navi, tra le piu’ belle, moderne e gettonate, effettuano itinerari a settimane alterne, in questo modo si potranno acquistare due crociere consecutive e non rinunciare alla vostra nave preferita pur effettuando una lunga vacanza. I porti crocieristici piu importanti al mondo sono: Miami, New York, Barcellona, Civitavecchia, Hong Kong, Singapore, Sidney, San Diego, Dubai e molti altri. Se sceglierete uno di questi porti di partenza, dovrete ovviamente acquistare un pacchetto volo crociera o pensare voi stessi al trasferimento. Troverete molte navi su quelle tratte, di ogni stazza e categoria, ma “piccole” non vuol dire minimal, significa lusso e trattamento esclusivo, niente scivoli vertiginosi, grandi piscine e animazione full time, ma un servizio di alto livello. Le unità più ” anzianotte” vengono stanziate su itinerari molto belli ed accattivanti, da 12 notti in su, sta a voi prediligere l’itinerario alla nave, partendo consapevoli ed informati.

Vi attirano i paesi del Sol Levante? Il misterioso Medio Oriente, la mistica India, la moderna Australia? Volete trascorrere il carnevale in Brasile e partecipare alle sfilate di Rio, Ilheus o Salvador de Bahia? Ci sarà sempre una nave disponibile, scegliete quella che fa per voi e tornerete felici.

Chi sono io? Forse alcuni di voi già lo sanno, altri spero mi scopriranno attraverso le pagine di questa rubrica. Sono Rosalba Scarrone, abito a Finale Ligure ma passo più giorni “a bordo” che a casa… e sono l’ideatrice e amministratrice di Liveboat.it, community pluripremiata dedicata al fantastico mondo delle Crociere.