Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Incendio Cogoleto, ancora qualche focolaio attivo, pulizia nelle scuole per riaprirle domani fotogallery

In mattinata partirà la richiesta dello stato di emergenza

Cogoleto. Cambio turno per i vigili del fuoco che per tutta la notte hanno tenuto sotto controllo gli ultimi focolai ancora presenti nell’area interessata dal devastante incendio che ha interessato le colline tra Cogoleto e Varazze. In corso la perimetrazione definitiva della zona bruciata.

Questa mattina alle 8, conferma il sindaco di Cogoleto Marco Cavelli, è stato chiuso il Coc, il Centro operativo comunale: «Si stanno facendo verifiche nelle scuole – spiega – solo per questioni di pulizia. Domani saranno agibili, anche la Don Milani, che è servita come punto di accoglienza».

Se vento consentirà, fa sapere Cavelli, questa mattina si alzerà nuovamente in volo l’elicottero per verificare quali sono le zone ancora da monitorare con più attenzione.

La priorità è dare un tetto ai tre nuclei famigliari la cui abitazione è stata distrutta dalle fiamme: «Ci stiamo coordinando con Regione Liguria per trovare una sistemazione in tempi rapidi».

Aspetto comunque non secondario sono le aziende agricole che hanno visto completamente devastato il proprio ambito di attività, per questo in mattinata partirà la richiesta dello “stato di emergenza”.

Per l’effettiva conta dei danni ci vorrà del tempo e anche per capire chi li pagherà.

«Siamo in attesa dei risultati dell’indagine dei carabinieri forestali – conferma Cavelli – sul traliccio elettrico sequestrato, ancora presto per sapere se saranno le istituzioni o il soggetto eventualmente ritenuto responsabile, a risarcire i danneggiati».