Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Il Crocefieschi rallenta la corsa del Borgoratti e tiene viva la corsa per la promozione risultati

Vince la Pro Pontedecimo che sale a -4 dalla capolista. In coda il Ravecca vince e si avvicina alla salvezza diretta

Battuta d’arresto o almeno rallentamento per il Borgoratti che in Seconda categoria Girone C, viene bloccato sull’1-1 dal Crocefieschi lasciando aperta quindi la porta a qualunque epilogo di campionato dato che i punti sulla seconda sono diventati 4. Sono proprio i valligiani a passare in vantaggio con l’esperto Bertero che al 66° la sblocca. Gioia che, però dura appena dieci minuti perché Lena pareggia su calcio di rigore e salva il Borgoratti.

Ne approfitta la Pro Pontedecimo che espugna Bavari e si rifà sotto nella corsa al primato. I granata si godono il solito Pasti sempre decisivo oggi con due assist. Il primo è per Burlando che calcia direttamente di prima intenzione al 10° la sblocca. Poi lo stesso Burlando si regala la gioia della doppietta con una punizione capolavoro al 37°. Nel secondo tempo ancora Pasti imbecca Piccaluga che lanciato a rete non sbaglia e chiude la partita al 75°. Inutile la rete di D’Inverno su corner all’80° che serve solo per le statistiche.

Vince anche il Progetto Atletico che si aggiudica lo scontro diretto con il Begato allungando proprio sui bianconeroblù e restando vicini alla Pro Pontedecimo. Meglio il Begato in avvio come dimostra la rete dopo un quarto d’ora di Mazzotta che sfrutta uno svarione di Launi, portiere ospite che va a vuoto e consente al numero 11 di beffarlo con un lob. Vantaggio che, però dura appena quattro minuti. Al 19° Arrache rimette tutto in gioco con una punizione deviata in modo vincente mandando a vuoto Perelli. Nel secondo tempo esce la squadra ospite che spinge di più alla ricerca della vittoria. Fatic ache viene premiata dal gol di Ossuto che difende palla e poi la mette alle spalle di Perelli per il sorpasso ospite. Il Begato spinge e cerca il pareggio, ma si espone alle ripartenze del Progetto che la chiude al 94° con Fiorentino.

Spumeggiante pareggio, con qualche polemica nel finale, fra Golacademy e Atletico Genova. Gara con molti gol che inizia con il vantaggio dei padroni di casa con Cuccaro al 15°. Alla mezzora Perazzo pareggia e con l’1-1 si va al secondo tempo che si apre con un altro penalty, stavolta per i locali che tornano avanti con Orellana. Ospiti che non ci stanno e al 75° ritrovano il pareggio con Bocchiardi che entra a gara in corso. La zampata decisiva sembra quella di Zanardi che all’89° riporta in vantaggio per la terza volta la Golacademy. Ma questa gara infinita regala ancora un gol, la doppietta di Perazzo che al 95° evita il ko all’Atletico. Su questo gol vibranti proteste perchè Tunkara è a terra infortunato nel frattempo, ma l’Atletico non si ferma e segna.

Saltando in coda al gruppo è pesantissima la vittoria esterna del Ravecca che batte il San Giovanni Battista e allunga a +9 sulla penultima. San Giovanni in vantaggio al 40° con Nicoletta, ma è un parziale effimero, che dura appena due minuti perché un calcio di rigore di Morelli ristabilisce la parità. Si va alla ripresa ed è decisiva la rete di Poggi che beffa Macripodari con un pallonetto al 55°. Il Ravecca non la chiude poi ed è fortunata anche nel finale quando Nicoletta sbaglia un calcio di rigore graziando Tripodi.

Sempre più difficile il cammino dello Zena invece che viene travolto dal Voltri 87 che invece trova i tre punti che garantiscono sostanzialmente la permanenza in categoria. Partita che si avvia con un botta e risposta grazie alle reti di Magri su rigore all’8° e alla replica di Di Via con un tiro dalla distanza due minuti più tardi. Al 17° secondo rigore di giornata per i voltresi: stavolta va D’Aloisio che non sbaglia e sigla il 2-1. Nel secondo tempo la partita resta in equilibrio, ma lo Zena crolla nel finale. Ci pensa Fedri che trova la doppietta personale e fissa il risultato sul 4-1.

Infine il Fegino espugna Montoggio grazie al gol di Pazmino che al 20° pesca il jolly e la mette all’incrocio. Montoggio che poi resterà addirittura in 9 nel secondo tempo e i tentativi di rimonta vanno tutti a vuoto. Biancoblù comunque che si possono ritenere fuori pericolo.