Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Il Bogliasco rallenta ancora e la Caperanese torna a farsi sotto risultati

I biancorossi pareggiano ancora e i chiavaresi salgono a -3 dalla capolista. Vince anche il San Cipriano che ora ci crede davvero

Il calcio sa regalare continue emozioni e sorprese. Così accade che il Bogliasco vinca tre partite di fila (con un ruolino di imbattibilità di 5 gare) per poi trovare due pareggi contro due squadre che al contrario dei biancorossi non vogliono lasciare la Prima categoria Girone C, perché per loro, (leggasi Vecchio Castagna e Prato appunto nell’ultima uscita) questo vorrebbe dire retrocessione. A Bogliasco la capolista approccia alla grande e al 9° va in vantaggio con un tiro preciso di Scalamera su cui non può arrivare Cellerino. Il numero uno rossonero, però si rifà alla grande due minuti dopo quando l’arbitro assegna un rigore calciato da Rattini che viene parato dall’estremo difensore ospite che tiene in vita i suoi i quali tre minuti difatti pareggiano con Angotti, aiutato forse da una deviazione di un difensore che manda fuori giri Belloro.

La Caperanese in posticipo a Campo Ligure sa di poter tornare sotto alla capolista e infatti lo fa andando subito in gol con Picasso che salta un difensore ed infila Gaccioli dopo appena 5’. L’attaccante verdeblù che la chiude virtualmente al 25° che si infila fra le maglie dei difensori locali e fredda il portiere con il gol del definitivo 0-2. Caperanese a -3 dal primo posto.

Non sbaglia neanche la Sampierdarenese che avvicina il primo posto e rinsalda intanto il proprio terzo gradino del podio. A Serra Riccò arriva una vittoria all’inglese dopo un primo tempo in cui la Vecchiaudace sfiora il gol su punizione con Casanova e poi passa in vantaggio con un colpo di tacco di Moro, ma per l’arbitro è fuorigioco e si torna sullo 0-0. Al 55° Radi è bravissimo a tagliare l’area ed anticipare con un tocco preciso i difensori su cross dalla fascia. Il raddoppio arriva all’86° con la Sampierdarenese che contiene il forcing valligiano e poi colpisce in ripartenza con Taravella che salta anche il portiere e chiude la gara.

Scontro diretto a San Cipriano dove i padroni di casa ospitavano il Via dell’Acciaio, che prosegue nel suo periodo di alti e bassi. Una rete sola viene segnata nella gara, ma tanto basta ai biancocelesti per vincere e agganciare proprio i granata al quarto posto. Man of the match è Nicolò Rossetti che si esibisce nella specialità della casa e al 28° di testa batte Lo Prete per una vittoria davvero importante.

Detto del Prato, la corsa salvezza vede un buon momento del Vecchio Castagna che dopo aver fermato il Bogliasco, strapazza l’ormai retrocesso Pieve Ligure con un poker esterno che fa ben sperare i tifosi gialloblù per una salvezza diretta. Due reti per tempo con Sangerardi e Bardini nel primo tempo, e Pestarino e Bojang nella ripresa per una partita sostanzialmente a senso unico.

Simile l’andamento di Nuova Oregina – Calvarese. I biancoblù non riescono a trovare punti con la Calvarese che si gode un Soracase in splendida forma. Primo tempo più lento con il lampo di Massa che porta in vantaggio i biancorossi al 18°. Nella ripresa sale in cattedra il bomber ospite che raddoppia su punizione al 66°, poi cala il tris in contropiede al 70°. Diop prova a ridare fiducia ai suoi con il gol dell’1-3 al 77°, ma all’85° arriva la tripletta di Soracase, ancora su punizione che conclude alla grande la sua giornata perfetta. 

Non approfitta del ko dei rivali il Borgo Incrociati che si “accontenta” di un pari a reti bianche contro il San Bernardino, che da parte sua gioca con calma e si mantiene lontano dalla bassa classifica. Pari senza reti anche a Rapallo fra Ruentes e Sciarborasca, due squadre che sognano, ma alla fine finiscono per ostacolarsi a vicenda e si rallentano restando ai bordi della zona playoff.