Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Il blucerchiato Defrel alla guida ubriaco in corso Europa, patente ritirata

Ricostruire l'episodio non è stato semplice, inizialmente si era parlato di fuga da un posto di blocco ma la Samp ha smentito

Più informazioni su

Genova. Una cosa è certa (praticamente solo una): Grégoire Defrel, 27 anni, attaccante della Sampdoria in prestito dalla Roma, dovrà recarsi ai prossimi allenamenti in taxi, o accompagnato, perché la sua patente è stata ritirata. Il giocatore è stato fermato dalle forze dell’ordine nella notte in corso Europa, nel levante cittadino, dopo essere andato a schiantarsi contro un guardrail e aver danneggiato alcune auto parcheggiate, a bordo della sua Mercedes.

Il giocatore di calcio era ubriaco. Anche questo è un dato certo. Aveva un tasso di alcol intorno a 1 grammo per litro (massimo previsto dalla legge 0,5 gr/l). Quello che, dopo ore di versioni più o meno ufficiali, non è stato possibile appurare è come si siano svolti i fatti. Inizialmente pareva che l’intervento fosse stato da parte della polizia locale, che però è intervenuta solo per i rilievi, poi si è verificato un rimpallo tra la locale, la polizia di stato e la polizia stradale. Sembrava che nessuno fosse, insomma, intervenuto per fermare Defrel.

Alla fine, a fornire una versione univoca, è stata la stessa società Sampdoria: “In merito a quanto accaduto nella notte al calciatore Grégoire Defrel, i dirigenti dell’U.C. Sampdoria hanno verificato con la Questura di Genova e con il proprio tesserato che non c’è stato alcun inseguimento dopo un mancato ‘alt’ a un posto di blocco. La Polizia è intervenuta in seguito all’incidente stradale in corso Europa, quindi è entrata in azione anche la Polizia Municipale. Defrel non si è sottratto ad alcun controllo, ha anzi collaborato e ha dato la propria disponibilità per i rilievi e per la verbalizzazione dell’accaduto. Qualsiasi ulteriore ricostruzione dei fatti è dunque da ritenersi priva di ogni fondamento”.

Resta da capire come mai, sia la polizia locale sia la polizia di stato, non abbiano fornito la stessa spiegazione ufficiale, in mattinata, a chi chiedeva chiarimenti. E resta da capire se, inseguimento o meno, vista la guida in stato di ebbrezza di Defrel, la Sampdoria farà scattare alcuni provvedimenti.

Nello schianto il giocatore non ha riportato ferite, né la persona che era con lui, tanto che entrambi hanno rifiutato cure mediche e trasporto in ospedale.