Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Grazie a un accordo tra Ansaldo ed Edison a Marghera l’impianto termoelettrico avrà massima potenza

Più informazioni su

Genova. L’impianto termoelettrico di Marghera Levante (Venezia) si candida ad avere l’impianto termoelettrico più efficiente d’Europa grazie al contratto per un nuovo ciclo combinato a gas di ultima generazione firmato oggi a Genova da Edison e da Ansaldo energia.

L’investimento complessivo ammonta a oltre 300 milioni e sarà destinato anche alla realizzazione dell’isola di potenza, che comprende la turbina a gas ad alta efficienza GT36 sviluppata dalla società genovese. La nuova turbina alimenterà il ciclo combinato di Marghera, che avrà una potenza elettrica complessiva di 780 megawatt e un rendimento energetico pari al 63%, il più alto disponibile oggi.

Questo si traduce in un abbattimento delle emissioni specifiche di anidride carbonica del 40% rispetto alla media dell’attuale parco termoelettrico italiano e di quelle di ossidi di azoto di oltre il 70%. Oltre che dalla turbina GT36 da 530 megawatt elettrici, il nuovo ciclo combinato a gas naturale sarà composto da un generatore di vapore a recupero, una turbina a vapore da 250 megawatt elettrici e un sistema catalitico di riduzione degli ossidi di azoto. La nuova isola di potenza sostituirà i due gruppi di generazione elettrica attualmente in esercizio.

Il progetto porterà anche a una razionalizzazione della struttura dell’impianto con una riduzione dei camini da cinque a tre, con conseguente minor impatto visivo. Una volta ultimato, l’impianto di Marghera Levante avrà una potenza elettrica totale di 780 megawatt, un rendimento energetico pari al 63% e impiegherà 31 persone, permettendo di confermare gli attuali livelli occupazionali della centrale.