Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Foniatria declassata e bimbi in attesa. Denuncia dell’opposizione in Regione, ma al San Martino non risulta

Più informazioni su

Genova. La direzione generale dell’Ospedale San Martino “accoglie con stupore la nota riguardante l’attività di Foniatria del nostro Policlinico e in particolare il riferimento a presunti ritardi nella presa in carico di neonati candidati allo screening audiologico neonatale di secondo livello, attività per la quale la struttura di Otorinolaringoiatria del nostro Policlinico è riferimento regionale”. Così si legge in un comunicato che segue le polemiche lanciate dai gruppi di Pd, Rete a Sinistra e M5S in Regione.

“Il test di primo livello – si legge ancora nella nota – viene infatti effettuato nelle neonatologie dei vari ospedali alla nascita e i bimbi che destano sospetti vengono segnalati per il test di secondo livello che va programmato secondo precise tempistiche. La direzione sanitaria ha verificato se vi fossero piccoli pazienti in attesa ed i sanitari della clinica otorino che si occupa di questi test hanno confermato che tutti i bambini segnalati hanno già eseguito l’esame o sono stati programmati per le prossime settimane in base precise linee guida professionali oltre che alla disponibilità dei genitori”.

“L’ultimo paziente segnalato al San Martino dai centri di primo livello è di due giorni fa ed è già stato programmato per il 16 aprile – continuano dal nosocomio – Quindi nessun ritardo o inadempienza ma semplice programmazione secondo le indicazioni dei professionisti competenti. A riguardo si precisa che il professor Peretti, direttore della Clinica di Otorinolaringoiatria, è considerato unanimemente un esperto nel campo dell’audiologia”.