Antico splendore

Foce, sopra il Bisagno tornano le aiuole fiorite: presto al via il primo lotto dei lavori

Il progetto è stato presentato ieri in municipio Medio Levante, già stanziati 1,6 mln da Italia Sicura

Genova. E’ da tanto tempo il sogno dei cittadini della Foce e di molti altri genovesi, quello di tornare a guardare con orgoglio viale Brigate Partigiane, con quelle imponenti aiuole decorative apparse negli anni Quaranta e sparite dopo gli anni Settanta. Ora quel sogno si appresta a diventare realtà.

Ieri nella sede del municipio Medio Levante è stato presentato l’intervento che restituirà alla Foce le sue antiche e storiche aiuole fiorite. I fondi ci sono già, solo 1,6 milioni ricavati dagli stanziamenti di Italia Sicura per la sistemazione della copertura del Bisagno e, stando a quanto promesso dall’assessore comunale ai Lavori pubblici Paolo Fanghella, i lavori partiranno a breve, almeno per il primo lotto. Si parla di giugno 2019.

Incaricata di svolgere i lavori di piantumazione e disegno delle aiuole sarà la partecipata Aster. Il progetto definitivo, e non ancora esecutivo, di riqualificazione che interesserà la Foce sarà quanto più “filologico” dell’antico disegno.

Il primo lotto si estenderà dalla nuova rotonda in piazzale Kennedy, all’imbocco della sopraelevata, fino a via Cecchi. Il lotto 2 andrà da via Cecchi a via Pisacane. Saranno create delle piccole aree di sosta. Sull’esterno del verde parcheggi auto paralleli alle aiuole stesse.

Più informazioni
leggi anche
  • Progetti
    Foce: nuove aiuole in ritardo per il maltempo, scatta la caccia ai parcheggi perduti