Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Entella solida, ottimo punto contro il Pisa risultati

I chiavaresi escono indenni da un campo molto ostico

Chiavari. Un punto di quelli pesanti quello conquistato sabato sera a Pisa dall’Entella, di fronte ad una delle squadre più in forma del momento, in uno stadio con un calore ed una passione di altra categoria e in una giornata nella quale alcune delle rivali più vicine segnano il passo, a dimostrazione delle difficoltà di questo campionato.

Con il passare delle giornate l’Entella consolida la sua fisionomia e rafforza, soprattutto a livello caratteriale, quelle qualità più volte espresse in maniera evidente dai ragazzi di mister Boscaglia: la regolarità di prestazioni e naturalmente di risultati sono un elemento che peserà in modo definitivo da qui alla fine.

Quella di sabato sera era un’altra partita molto insidiosa: i nerazzurri, rinforzati a dovere nel mercato di gennaio, erano reduci dalla vittoria a Vercelli, un risultato di quelli che fanno morale, così come per l’Entella ha fatto morale strapazzare il Piacenza per godersi un po’ di spazio lassù, in vetta alla classifica, quella stessa che Boscaglia continua giustamente a non voler guardare preferendo lo step by step ai facili entusiasmi.

Anche sabato il tecnico siciliano proponeva quella che si può considerare la formazione più utilizzata, con Mancosu inizialmente in panchina dopo aver recuperato dal problema al polpaccio. L’inizio dell’Entella sorprendeva il Pisa, che tuttavia non si faceva intimorire dal ritmo elevato e con il passare dei minuti minacciava la porta di Paroni.

Il primo affondo è di Iocolano che serve a rimorchio Mota Carvalho, il cui tiro a botta sicura veniva deviato in angolo all’ultimo istante. La replica del Pisa è pericolosa con cross di Minesso per Pesenti, il quale prende bene il tempo a Chiosa e gira da pochi metri verso la porta, nella quale Paroni esalta i suoi riflessi deviando in angolo.

Il Pisa preme ma non porta pericoli alla porta chiavarese pur mantenendo il pallino del gioco, anche per qualche sbavatura di troppo nel palleggio dei biancocelesti. Nell’intervallo Boscaglia registrava i reparti e tornava in campo un’altra squadra più concreta, più padrona del campo e quasi ermetica in fase difensiva.

Iocolano si trova sui piedi la palla del vantaggio ma, quasi sorpreso dal liscio di un avversario, non riesce a coordinarsi a pochi metri da Gori. Pochi minuti dopo lo stesso ex Monza, al termine di un bello scambio con Mota Carvalho, si trova nel cuore dell’area ma il suo destro a giro vede Gori volare in tuffo per mettere in angolo.

Inizia la girandola dei cambi ma non accade più nulla di concreto fino allo scadere, quando Marconi si fa espellere per una gomitata gratuita ai danni di Chiosa. Poco dopo il Pisa rimane in nove per l’infortunio in apparenza non da poco capitato a Liotti, che lascerà il campo in ambulanza. Il finale molto nervoso si chiude con l’Entella in totale controllo della partita, andando a conquistare un punto molto pesante.

Il tempo del saluto doveroso agli oltre cento tifosi che per tutta la partita hanno combattuto in modo impari contro i seimila dell’Arena Garibaldi e già bisogna pensare all’impegno altrettanto insidioso di domani, quando i chiavaresi torneranno a Cuneo per ripetere il match invalidato da un errore arbitrale.

Di fronte una squadra che, al di là delle vicissitudini societarie, ha mantenuto una sua precisa fisionomia confermata dalla vittoria di sabato pomeriggio contro l’Arezzo, un altro ostacolo da superare per sistemare la classifica e continuare nella costruzione dell’impresa.

Il tabellino:
Pisa – Virtus Entella 0-0 (p.t. 0-0)
Pisa: Gori; Birindelli (12° st Liotti), De Vitis, Benedetti, Lisi; Gucher, Verna (33° st Marin), Di Quinzio; Minesso (18° st Izzillo); Masucci (18° st Moscardelli), Pesenti (33° st Marconi). All. D’Angelo.
Virtus Entella: Paroni; Belli, Chiosa, Pellizer, Crialese; Paolucci, Eramo, Nizzetto (38° st Di Cosmo); Iocolano (29° st Mancosu), Caturano (22° st Currarino), Mota Carvalho (37° st Icardi). All. Boscaglia.
Arbitro: Santoro (Messina).
Ammonizioni: pt 44° Masucci (P); st 13° Nizzetto (E), 21° Eramo (E), 23° Paolucci (E), 47° Crialese (E).
Espulsioni: 43° st Marconi (P).
Recupero: 1′ pt; 5′ st.