Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Due successi nella seconda tappa EGBL per Basket Pegli

Ancora un'esperienza positiva per la squadra condotta da Ezio Torchia e Jacopo Oneto

Genova. Terza e ultima tappa per questa stagione dell’European Girls Basketball League ed altra grande occasione di crescita per le ragazze di coach Ezio Torchia, assistito anche in questo caso dal collega Jacopo Oneto. Si è giocato a Riga, in Lettonia.

Per questa tappa si cambia ancora formazione lasciando a casa qualcuna delle protagoniste delle precedenti e per l’occasione si schierano due prestiti. Si tratta di Marika Labanca (2003) del BasketTiAmo Vittuone ed Alessia Margaritelli (2004) del Pink Basket Terni.

Il Basket Pegli colleziona due successi (56-31 alle polacche del Czluchow e 61-47 alle estoni del Parnu) e tre sconfitte (38-50 contro Audentes, 40-53 contro Riga e 42-43 contro Dolphins).

Tappa difficile perché molto equilibrata e per il tatticismo esasperato. D’altra parte era in ballo il primo posto della Seconda Divisione e le squadre hanno dimostrato di tenerci parecchio, mettendo in campo ogni possibile arma – spiega Torchia -. Noi abbiamo fatto un’ottima tappa giocando alla pari con tutte, cedendo solo nei finali di gara, in un crescendo che nella partita conclusiva contro le Dolphins svedesi, ci ha visto giocare un’ottima gara nonostante fosse la terza di giornata”.

Le altre gare, tutte di buon livello sono state molto equilibrate. “Forse con le estoni dell’Audentes si poteva fare meglio, ma va bene così. Alcune ragazze si sono confrontate ancora una volta con ostacoli che non sono usuali sul loro percorso, sia dal punto di vista fisico che tecnico. Altre hanno preso fiducia e giocato un ottimo torneo” conclude Torchia.

Tornando al livello generale della tappa, l’equilibrio l’ha fatta da padrone, fornendo grandi motivazioni e spunti di riflessione per lo staff tecnico. Questa bellissima esperienza per Basket Pegli ha però una coda amara per l’infortunio occorso ad Alessia, che farà in settimana gli accertamenti del caso, nella speranza che non sia nulla di grave.