Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Domenica il 74esimo anniversario dell’eccidio di Cravasco

Morirono in 17 detenuti politici per mano delle ss

Più informazioni su

Genova. Il 22 marzo 1945 in uno scontro a fuoco tra la formazione partigiana “Brigata Balilla” e un gruppo di militari tedeschi nove di questi rimasero uccisi. Nonostante si fosse trattato di un combattimento, venne immediatamente disposta una rappresaglia e, il giorno successivo, il 23 marzo, venti detenuti politici vennero prelevati dalla IV sezione del carcere di Marassi, gestita dalle SS, e trasferiti nei pressi del cimitero di Cravasco per essere fucilati.

Morirono in 17, dato che due di essi riuscirono a scappare durante il viaggio e un terzo, Arrigo Diodati, sopravvisse miracolosamente all’esecuzione. Per questo episodio è intervenuta, il 5 novembre 1999, la condanna all’ergastolo da parte del Tribunale Militare di Torino nei confronti del tenente colonnello delle SS Sigfrid Engel, comandante della polizia di sicurezza.

L’eccidio verrà ricordato a cura del Comitato Permanente della Resistenza della Provincia di Genova e del Comune di Campomorone. Alle 9.15 il raduno dei partecipanti presso la Chiesa di Cravasco, alle 9.30 la celebrazione della Messa in suffragio. Subito dopo la deposizione delle corone e e l’orazione Commemorativa di Giacomo Ronzitti, presidente Istituto Ligure per la Storia della Resistenza e dell’Età Contemporanea Raimondo Ricci

Il Comune di Genova sarà presente con l’assessore Arianna Viscogliosi e il gonfalone della città.