Calci e pugni e spallate alla porta di casa dell'ex: arrestata per stalking - Genova 24
Manette

Calci e pugni e spallate alla porta di casa dell’ex: arrestata per stalking

A novembre lo aveva ferito con un coltello, per questo era stato disposto il divieto di avvicinamento

Sedi istituzionali e palazzi del governo

Genova. Non si è mai rassegnata alla fine della relazione intrecciata con un coetaneo italiano, finita male solo dopo pochi mesi. E ieri sera, la donna – 45 enne di origine ucraina – che già aveva un divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dall’ex fidanzato, dopo averlo ferito con un coltello ad un braccio durante una lite, si è presentata davanti alla porta dell’ex chiedendo di entrare.

Al suo netto rifiuto, la donna ha perso il controllo dando in escandescenza, iniziando a urlare e colpire la porta con calci e pugni e disturbando l’intero condominio. Anche dopo l’intervento della volante non si è arresa ma ha continuato a insistere nel voler entrare a tutti i costi, cercando di aprire l’uscio con poderose spallate.

Con fatica gli agenti sono riusciti a calmarla ed allontanarla dall’abitazione e con altrettanta fatica hanno convinto l’uomo, visibilmente spaventato, ad aprire la porta.
Ai poliziotti ha raccontato delle continue vessazioni perpetrate ormai da mesi dalla ex, tali da obbligarlo a cambiare abitudini e stile di vita. Ieri mattina è stato convalidato l’arresto della 45enne.

Più informazioni