Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Baby ladre arrestate a Genova, l’estate scorsa svaligiarono almeno una dozzina di case nel centro storico

Tra i 14 e i 17 anni, dopo i colpi sparivano e cambiavano identità

Genova. L’estate scorsa, ad agosto, nel centro storico di Genova, si era verificata una serie di furti in abitazioni sulle quali la polizia di stato aveva iniziato a indagare. Nelle ultime ore sono state arrestate e portare in carcere quattro ragazze, minorenni, di etnia rom.

polizia di stato

Secondo quanto appurato dalla sezione antirapina della squadra mobile, che nelle indagini si è avvalsa sia delle investigazioni scientifiche sia della ricostruzione virtuale delle scene del crimine effettuate tramite i filmati dei sistemi di videosorveglianza, le adolescenti – tra i 14 e i 17 anni – in poco più di due mesi hanno svaligiato dodici abitazioni genovesi, portando via qualsiasi oggetto di valore soprattutto orologi di pregio e gioielli.

Il gruppo ben collaudato e organizzato, dopo aver effettuato un sopralluogo per pianificare i colpi, accedeva alle abitazioni bersagliate con particolare maestria adoperando tecniche varie e dopo ogni colpo facevano perdere le loro tracce, trascorrendo periodi più o meno brevi in città del nord e centro Italia. Le giovani cambiavano spesso identità, cosa che ha reso più difficile l’individuazione.

Una è avvenuta a Genova dove due giorni fa era giunta con il compagno ed una giovane parente; i tre sono stati localizzati in una abitazione vicina al Porto Antico dove avevano probabilmente posto le basi per la commissione di nuovi delitti, infatti al momento del controllo sono stati sorpresi con numerosi strumenti di effrazione. L’uomo già noto alla polizia e già controllato nel Tigullio è stato munito di foglio di via con divieto di ritorno a Genova. Sono tuttora in corso le ricerche per l’individuazione degli altri componenti del gruppo.