Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Arenzano supera la prova del nove e fa l’en plein di vittorie. Bene anche Locatelli risultati

I biancoverdi chiudono il girone di andata a punteggio pieno e al rientro dopo il riposo sarà già una partita decisiva con la Locatelli vittoriosa nel derby con Sestri

La Rari Nantes Arenzano non si ferma e trova la nona vittoria in altrettante gare, quelle che compongono l’intero girone di andata. 27 punti e cinque lunghezze sui cugini della Locatelli che rassicurano per il prosieguo del campionato. Soprattutto una squadra che non gioca sempre bene, ma è clamorosamente efficace. A Torino con la Dinamica la partita si decide nel secondo periodo perché dopo l’equilibrio del primo quarto, finito 2-2, i biancoverdi scappano sul 5-7, mantenendo da qui alla fine la testa della gara nonostante il rientro in vasca molto determinato dei piemontesi che accorciano 7-8. Ultimo periodo ancora equilibrato con Torino che riesce a pareggiare, ma un rigore di Damonte consegna i tre punti alla squadra di De Grado.

Sarà fondamentale lo scontro al vertice fra due settimane fra gli arenzanesi e la Locatelli che segue al secondo posto dopo la vittoria nel derby con Sestri che si decide nell’ultimo periodo con la Locatelli che tuttavia tiene un solo gol di vantaggio per tutta la prima metà di gara. Sestri rientra nel terzo quarto, ma la risposta biancorossoblù c’è e nell’ultimo periodo il vantaggio si fa rassicurante con il 5-3 finale che permette alla Locatelli di mantenere un sicuro vantaggio su Lerici.

Lericini che a loro volta prevalgono su Rapallo di stretta misura in una gara difficile, equilibrata e tirata. Rapallo si fa preferire nel primo quarto, Lerici nel secondo e al cambio campo siamo sul 2-2. I ruentini riescono a mettere ancora la testa avanti nel terzo periodo andando sul 4-5, ma Lerici esce alla distanza e ribalta tutto nell’ultimo quarto andando a vincere 4-2 il periodo e 8-7 una gara beffarda per i gialloblù.

Chiude senza una vittoria Chiavari, che ad Imperia va sotto all’inizio e non riuscirà più a farsi sotto. Imperia va sul 3-0 nella prima metà, Chiavari prova una reazione al cambio campo, accorciando e trovano anche il pari nell’ultimo quarto, ma poi arriva un rigore discusso dai dirigenti verdiblù e la rete del definitivo 5-3 per Imperia, che comunque avrebbe meritato per quanto visto. Amaro il commento di Andrea Pisano, coach dei chiavaresi che non si nasconde: “Ancora un volta ci troviamo a commentare una sconfitta. Avrebbe potuto essere evitata, eravamo sul punto di agguantare un pareggio. Non ci siamo riusciti per la solita ingenuità da ragazzini che commmettiamo in ogni partita. Anche in caso di pareggio, tuttavia, la mia valutazione non cambierebbe. La partita è stata inguardabile. Noi siamo brutti, poco efficaci in avanti e in alcune occasioni siamo dei polli. Sotto questo aspetto dovro’ intervenire. Una squadra che sa di doversi giocare la salvezza ,non puo’ affrontare la gara così. Il problema è che noi siamo fermi a 3 punti. L’Imperia, in una partita che valeva doppio, non è piu lì sopra di noi a 3 punti di distacco ed ora la situazione si fa davvero difficile”.