Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

8 marzo, sciopero e corteo femminista nel giorno di Conte a Genova: “Ribellati ai bulli Salvini e Di Maio”

Un po' di ironia nel giorno della protesta di piazza contro violenza, discriminazioni e precarietà

Più informazioni su

Genova. Sciopero e corteo anche a Genova nella giornata dell’8 marzo. La protesta, indetta a livello nazionale dal collettivo Non una di meno è un’astensione da ogni attività lavorativa fuori e dentro casa, uno sciopero dal posto di lavoro e dalle attività domestiche.

Uno sciopero femminista contro la precarietà, le discriminazioni, la violenza di genere, ma anche per un salario minimo europeo per contrastare i salari da fame, i meccanismi di disparità salariale e di dumping salariale; per un reddito di autodeterminazione perché deve essere garanzia di indipendenza economica, di prevenzione della violenza, di liberazione dai ricatti delle molestie e dello sfruttamento.

Uno sciopero che chiede anche un diverso approccio culturale con £educazione sessuale e alle differenze in tutte le scuole, per un’educazione libera da stereotipi di genere e ruoli opprimenti e imposti”.

A Genova l’appuntamento, fissato alle 18 in piazza Caricamento, sarà preceduto da un picnic femminista dalle 11 a Porta Siberia, al Porto Antico, con cibo da condividere e colori per scrivere cartelli e slogan della manifestazione.

Quest’anno il corteo, che arriverà in piazza Matteotti, vedrà la concomitante presenza del premier Giuseppe Conte, ospite alla prima giornata del festival di Limes.

“Questa presenza è per noi un’occasione in più per scendere in piazza e prendere parola contro le politiche misogine, razziste ed omofobe di questo governo e per fare arrivare le nostre voci direttamente a chi si fa promotore di queste decisioni” dicono in una nota del donne del collettivo.

“Ma visto che riconosciamo la violenza nelle sue varie forme vorremmo lanciare un appello solidale al premier: Conte ribellati! Denuncia la violenza sessista e razzista dei bulli Salvini e Di Maio che quotidianamente subisci, burattino nelle mani di avventurieri senza scrupoli! Denunciali e saremo con te!” ironizzano dopo aver creato un fotomontaggio ah hoc in cui il premier stretto tra i suoi vice, viene dipinto come vittima del loro bullismo.