Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Volt Italia, per le Europee arriva la raccolta firme a Genova foto

Si tratta del movimento progressista paneuropeo

Più informazioni su

Raccogliere 150.000 firme per presentarsi alle elezioni europee del 26 maggio: per i prossimi due mesi, questa è la missione ambiziosa e coraggiosa di Volt, il movimento progressista paneuropeo nato nel 2017 e presente in 33 Paesi. La campagna di raccolta firme è stata lanciata durante il congresso nazionale di Firenze che si è appena concluso e coinvolgerà attivamente i 60 comitati locali tra i quali naturalmente Genova e la Liguria: si tratta della prima campagna politica paneuropea, sostenuta da 20.000 persone in Europa di cui 4.000 in Italia.

Sabato 9 febbraio, dalle 10 alle 12 e dalle 14 alle 16, gli attivisti del meet-up genovese saranno in piazza Matteotti, nel cuore della città, con un banchetto per raccogliere le firme dei genovesi. Una sottoscrizione che non significa l’iscrizione a un partito e neppure la condivisione di un programma: piuttosto, un semplice atto di democrazia per consentire a un partito politico nuovo, che si affaccia sulla scena europea, di potersi presentare alle elezioni per il Parlamento europeo.

Una sfida coraggiosa perché portata avanti da volontari italiani ed europei di ogni età, genere e provenienza, ma soprattutto ambiziosa in quanto la legge italiana fissa delle regole molto rigide per l’accesso alla competizione europea: una barriera democratica molto più alta rispetto agli altri Paesi. Ciononostante, i “volters” si impegneranno in questa scommessa con tutto l’entusiasmo e l’energia (“volt” è l’unità di misura del potenziale elettrico) possibili!

Per chi desiderasse approfondire la visione e il programma politico di Volt, può scaricare qui la dichiarazione di Amsterdam: https://www.voltitalia.org/vision