Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Taekwondo Olympic Center in evidenza al Trofeo Lanterna

Il bottino è di un oro, quattro argenti e tre bronzi

Chiavari. Domenica 17 febbraio si è svolta al Palacus di Genova la nona edizione del Trofeo Lanterna, che ha visto presenti oltre trenta società sportive, provenienti da tutto il nord Italia, dalla Francia e anche dalla Sardegna.

Il Taekwondo Olympic Center, società del Tigullio diretta dal maestro Christian Giglio, è sceso sul campo di gara schierando nove atleti.

La squadra è riuscita a conquistare una medaglia d’oro grazie ad uno spettacolare Francesco Volpe, classe 2010, che anche questa volta ha eliminato tutti i suoi avversari uno dopo l’altro con estrema superiorità.

A seguire, sono quattro le medaglie d’argento, vinte dai veterani Melissa Terrasi (classe 2009), Stefano Brizzolari (2007), Angelica Badaracco (2005) e dal nuovo agonista Diego Santinelli (2008).

Melissa supera tre combattimenti di alto livello, gestiti con grande attenzione, perde poi in finale di due punti a causa di un calo di pressione. Buona la finale per Stefano, anche se sottotono rispetto alle sue qualità, ricordando il suo record di nove medaglie d’oro su nove eventi nella stagione passata, mentre Diego vola in finale dopo aver eliminato il suo primo avversario con un punteggio nettamente a suo favore, poi perde la sfida conclusiva di una manciata di punti con un atleta con più esperienza. Infine, Angelica perde per soli tre punti la finale; anche per lei era la prima esperienza, come per Diego.

Le medaglie di bronzo arrivano da Simone Borzone (2009), Emanuele Privitera (2008) e Luciano Santinelli (2013); anche per loro prima esperienza di gara, si sono battuti con determinazione senza mollare mai fino alla fine, ma la maggiore esperienza degli avversari non ha permesso loro di accedere alla fase finale della gara. Nei quarti di finale è stato eliminato Marco Fele (2009); per lui un ottimo incontro gestito bene, anche se l’emozione della prima gara era tanta.

“Sono più che soddisfatto dei miei allievi – afferma Christian Giglio -, per i più grandi sono gare che usiamo come test in vista delle gare più importanti come il campionato italiano giovanile al quale parteciperà Melissa che detiene il titolo di vicecampionessa, mentre per il più piccoli sono le prime gare per fare esperienza e per far capire a loro l’agonismo. Aspettiamo le prossime gare per continuare ad affermarci come sempre e per far crescere i ragazzi in un ambiente sano e pulito”.