Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Stipendi a singhiozzo per i lavoratori delle pulizie: la prostesta sotto la sede dell’agenzia delle entrate

Ricevono da mesi lo stipendio a singhiozzo: "Diamo un segnale forte alla committenza

Genova. “L’agenzia delle entrate dovrebbe essere il garante della redistribuzione del reddito all’interno di una democrazia perché raccoglie la tassazione e la tassazione viene redistribuita in servizi. La dicotomia di questa vicenda è anche questa. Abbiamo l’appalto in un ente pubblico che percepisce soldi per redistribuire in teoria il reddito e gli operatori all’interno non percepiscono lo stipendio”. Nicola Poli, segretario Filcams Cgil, spiega le ragioni della protesta dei dipendenti della ditta l’Ambiente del consorzio Manital sotto la sede dell’agenzia delle entrate.

I lavoratori dell’appalto di pulizie ricevono da mesi lo stipendio a singhiozzo.

Obiettivo della protesta, spiega la Filcams è “dare un segnale forte soprattutto alla committenza, l’Agenzia delle Entrate, che riteniamo essere elemento che può e deve incidere affinché si “cambi registro” a tutela delle maestranze e del servizio”.