Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Portofino, nonostante ‘l’autunnus terribilis’ il turismo regge: in crescita gli scali di navi da crociera

Sono 115 gli scali già previsti per l'anno 2019

Genova. Nonostante “l’autunnus terribilis”, segnato dalla inedita mareggiata del 29 ottobre, a Portofino la stagione del turismo sembra partire con buoni auspici: secondo la “Marina di Portofino”, infatti, i numeri degli arrivi delle navi da crociera sono in crescita rispetto alle stagioni passate.

“Il prezioso lavoro portato avanti da tutta la comunità portofinese si sta toccando con mano – scrivono in un comunicato stampa – la Portofino Servizi Turistici e il Comune di Portofino, senza sosta, hanno lavorato per mantenere attivo e operativo non solo il porto bensì tutto il Borgo”.

“Questi risultati in continuo e sostanziale incremento sono il prodotto di anni di lavoro cominciato nel lontano 2012, all’indomani del disastro Costa Concordia, – spiega Giancarlo Linari, Direttore Generale della Portofino Servizi Turistici – grazie alla sinergia fra tutti gli Enti territoriali coinvolti ma soprattutto per l’indispensabile e sensibile apporto della Autorità Marittima con l’introduzione delle Ordinanze relativa all’Area di fonda di Portofino e il conseguente riavvicinamento al gate portuale”.

Secondo una stima della Marina di Portofino/IAT sono stati 79 gli scali effettivi nel 2017, 82 nel 2018 e 115 quelli previsti in tutto il 2019.

Lo scalo inaugurale è previsto per il 12 aprile, i primi tenders in Porto saranno quelle della MV Seven Seas Voyager. Quello di chiusura della stagione – al momento – porta il nome della MV Zenith ed è in programma per il 4 novembre.