Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Ponte Morandi, mercoledì l’udienza per il ricorso al Tar di Autostrade contro il decreto Genova

La società, che ha deciso di ricorrere dopo un consiglio di amministrazione tenuto nel dicembre scorso, ha più volte rassicurato sulla volontà di non ostacolare i lavori

Genova. Meno due giorni all’udienza al Tar Liguria in merito al ricorso presentato da Società Autostrade contro il decreto Genova e la nomina di Marco Bucci a commissario ma soprattutto, di fatto, contro la decisione di tenere fuori dalla partita della ricostruzione – per decreto, appunto – la stessa Aspi.

La società, che ha deciso di ricorrere dopo un consiglio di amministrazione tenuto nel dicembre scorso, ha più volte rassicurato sulla volontà di non ostacolare i lavori. Non sono quindi chieste sospensione.

Nel frattempo, da dicembre a oggi, non ci sono stati cambiamenti sul fronte del coinvolgimento di Aspi ma sicuramente si sono ammorbidite, o quantomeno finite sottotraccia, le dichiarazioni degli esponenti di governo (in particolare Toninelli e Di Maio) sulla revoca delle concessioni e sulla nazionalizzazione della rete.

A muovere il ricorso di Autostrade sono comunque anche considerazioni di carattere economico. Oltre a “considerare il Decreto Genova portatore di numerosi profili di illegittimità”, spiegano dalla società, ciò che Aspi ha contestato più volte sono anche le esternazioni della politica e il fatto di vedersi usata come “bancomat”.