Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Ponte Morandi: la settimana del tampone 6, “osservato speciale” dalla procura

Proseguono senza sosta i lavori sul moncone ovest di Ponte Morandi per la messa a punto delle operazioni che permetteranno di calare la terza trave “Gerber”, il tampone 6, che dopo essere stato depositato a terra dovrà essere collocato su supporti differenti rispetto agli altri. La trave, infatti, una volta conclusa la discesa, sarà posizionata su mezzi su ruote, perché dovrà essere messa a disposizione della procura.

Per adesso, comunque, non c’è ancora una data definitiva per lo smontaggio del tampone ma sembra, comunque, confermata la “Road map” tracciata da sindaco di Genova, Marco Bucci, Commissario per l’emergenza, che aveva  spiegato nei giorni scorsi che le operazioni sarebbero state cadenzate, con la discesa di un tampone ogni settimana.

Anche in questo caso l’impalcato verrà fatto calare a terra, dopo le operazioni di taglio, attraverso le strand jack, e le operazioni dureranno, come nei casi precedenti, circa una giornata. L’unica differenza sarà, quindi,  nel supporto su cui verrà appoggiato il tampone una volta a terra.

Sara, invece, la commissione esplosivi, che è stata nuovamente convocata in Prefettura a Genova, per il 4 marzo, a decidere le tempistiche per le operazioni di demolizione della pila 8, sul moncone ovest di ponte Morandi. 

La data più probabile sembra essere quella del 9 marzo ma la parola definitiva arriverà dall’incontro tra le aziende incaricate della demolizione, la società, a cui è stato affidato l’appalto per l’utilizzo di esplosivo, protezione civile, vigili del fuoco, struttura commissariale, Rina e i responsabili di Ansaldo, che ha uno dei capannoni nei pressi della pila da demolire.