Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Ponte Morandi, domani in via Porro si sentirà una sirena di allarme ma sarà per una simulazione di evacuazione

La procedura si rende necessaria, in attesa della conclusione della messa in sicurezza delle pile 10 e 11 che insistono sugli edifici di via Porro

Più informazioni su

Genova. Domani 12 febbraio si terrà una prova di evacuazione della zona rossa lato Est di ponte Morandi. I tecnici di Ireos, che nei prossimi giorni saranno impegnati nelle procedure di bonifica degli appartamenti di via Porro destinati alla demolizione, dovranno eseguire una prova di sgombero dalla zona, che dovrà essere liberata in 4 minuti, come previsto da procedura di emergenza.

La prova, fissata per il mattino, prevede che i responsabili designati dall’azienda simulino l’arrivo dell’sms di Protezione Civile che segnala il superamento delle soglie di allarme e l’esigenza di doversi allontanare in massimo 4 minuti dall’area (gli stessi tempi indicati in passato anche nel caso del rientro degli sfollati nelle abitazioni per recuperare i loro oggetti).

A sms ricevuto, attiveranno un segnale sonoro prestabilito e prolungato nel tempo (avvisatore acustico pneumatico azionato a mano), verificheranno che tutto il personale presente della propria ditta metta in sicurezza i mezzi e/o le attrezzature che sta utilizzando (nel tempo massimo di un minuto) e che raggiunga il punto di raccolta. Gli avvisatori acustici sono dislocati in più punti dell’area di cantiere.

La procedura – che nella prova di domani vedrà coinvolte circa 10 persone – si rende necessaria, in attesa della conclusione della messa in sicurezza delle pile 10 e 11 che insistono sugli edifici di via Porro.

Si tratta di un’esercitazione per la sicurezza dei lavoratori impegnati nei prossimi giorni nelle operazioni di bonifica all’interno della zona Est: non prevede nessuna conseguenza per i cittadini che abitano le vie limitrofe. Si specifica quindi che il segnale sonoro servirà unicamente ai fini della simulazione di evacuazione del personale di cantiere.