Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Ponte Morandi, domani addio al tampone 7. Al Campasso bonifica da ordigni bellici laddove sorgeva il primo campo del Genoa

Proseguono le attività effettive e propedeutiche per la demolizione. A Coronata rubinetti a secco nella giornata di mercoledì

Genova. Se tutto va bene – salvo imprevisti, dicono gli addetti ai lavori – questa notte il filo diamantato dei macchinari issati sul tampone 7 del moncone ovest di ponte Morandi inizierà a tagliare il calcestruzzo in modo da arrivare al massimo in una ventina di ore, domani, mercoledì, tra taglio e trasporto a terra, allo smontaggio di una seconda trave “gerber”. Per questo ieri è stata anche demolita una “fetta” di una struttura adiacente all’edificio di Ansaldo, che si trova proprio sotto l’impronta della trave che dovrà essere fatta scendere.

Insomma, la skyline della Valpolcevera cambierà ancora, e lo farà in continuazione nelle prossime settimane. Domani dovrebbe svolgersi anche la riunione decisiva per stabilire se la pila 8 – sempre sul moncone ovest – sarà abbattuta con o senza esplosivo.

Ma a proposito di esplosivo, sull’altra sponda del Polcevera inizia un’altra attività propedeutica al cantiere di demolizione: la bonifica dalla presenza di ordigni bellici nell’area di piazza D’Armi, una zona del Campasso, adiacente a via Fillak interessata dai bombardamenti della seconda guerra mondiale e, storicamente, famosa anche per aver costituito il primo campo di gioco del Genoa (tra il 1893 e il 1897, ebbene sì, i Grifoni giocavano a Sampierdarena). La bonifica sarà necessaria per procedere in totale sicurezza con quella che sarà la futura demolizione – in questo caso forzatamente con esplosivo – della pila 10 e delle case sottostanti.

Infine, in questa nuova lunga settimana, i tecnici delle società impegnate nella demolizione (Omini, Fagioli, Ireos e Ipe) inizieranno a pulire e sfalciare l’area invasa da sterpaglie sotto la pila 2, vicinissima all’ingresso del viadotto in galleria sulla collina di Coronata. Quelle campate. più corte e più basse, saranno poi calate. Le pila smontate pezzo per pezzo, ma tagliate orizzontalmente e non verticalmente rispetto alla sezione.

Ricordiamo che a causa di lavori sulla rete di distribuzione connessi e, necessari alle operazioni di demolizione del ponte Morandi, domani, mercoledì 20 febbraio, dalle 13 alle 17.30, sarà sospesa l’erogazione idrica alle utenze allacciate in zona Coronata. Ecco le strade coinvolte: via Boschetto, via dei Sessanta, piazza Santuario di Coronata, via ospedale Raffaele, va S. Giacomo Apostolo, via Paradiso, via Col di lana, via Elsa, via Monte Guano, via Rocche di Coronata, via Coronata, via Bordone.